A Milano va in scena la Notte dei ricercatori

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 26/09/2012 Aggiornato il 26/09/2012

La Notte dei ricercatori si svolgerà venerdì 28 settembre con tanti eventi dedicati a piccoli e grandi. L’iniziativa, oltre Milano, riguarderà anche altre città lombarde. Un'occasione da non perdere per tanti baby scienziati.

A Milano va in scena la Notte dei ricercatori

Sono centocinquanta gli eventi gratuiti in programma venerdì 28 settembre, in otto città lombarde, dalle 15 alle 22, in occasione di MeetmeTonight-La notte dei ricercatori, l’iniziativa lanciata dal Politecnico di Milano, dall’Università degli Studi di Milano e dall’Università degli Studi di Milano Bicocca, con il patrocinio della Commissione Europea, insieme a molte altre realtà accademiche e istituzionali lombarde. Un’occasione per entrare in contatto con un mondo, quello della ricerca, e comprendere il lavoro svolto nei laboratori, Università e centri ricerca.

Venerdì 28 settembre va infatti in scena lo spettacolo della scienza, durante il quale i ricercatori, fuori dai loro laboratori, mostrano il loro lavoro e il loro lato “umano”, cimentandosi in prove sportive e artistiche e spiegando a un pubblico di bambini e adulti come la ricerca non sia un qualcosa di astratto ma un lavoro affascinante e utile.

Milano in occasione della Notte dei ricercatori si trasforma in una sorta di percorso ludico-educativo sul mondo della ricerca. Cinque i filoni tematici: sport e giochi, scienza e società, energia e sostenibilità, food, arte e creatività. Gli eventi si possono consultare su www.meetmetonight.it e ce n’è veramente per tutti i gusti: presentazioni, esperimenti, giochi, lezioni, competizioni, dimostrazioni e seminari.

Qualche assaggio previsto durante la Notte dei ricercatori: filmati inediti sull’evoluzione della ricerca sulle cellule staminali, laboratori per capire come funziona la mente umana con esperimenti di “instant emotion” grazie a una macchina che acquisisce ed elabora la variazione dei parametri fisiologici in base allo stato emotivo, una conferenza sull’immortalità e una su come la matematica può contribuire a migliorare le prestazioni nello sport. I più piccoli potranno imparare a costruire un impianto solare termico, mentre i baby-tecnologici scopriranno, tra l’altro, i segreti che stanno dietro la progettazione dei videogiochi. Per quelli che invece non riescono proprio a stare fermi, c’è Fast drop!, per sfidarsi a chi fa correre più veloce gocce d’acqua colorate semplicemente soffiando. E non mancheranno nemmeno lezioni di cucina e benessere. Mentre tutti potranno ascoltare storie di gente ordinaria che svolge un lavoro straordinario e che per una notte ha deciso di togliersi il camice e uscire dai laboratori.

In breve

TANTI EVENTI PER VENERDì 28 SETTEMBRE

Sono più di cento gli eventi previsti per venerdì 28 settembre a Milano e in altre città lombarde in occasione della notte dei ricercatori. Molti sono dedicati ai più piccoli. Si possono consultare sul sito www.meetmetonight.it

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto



Concorso riparti con catrice 2020

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sovrappeso: è di ostacolo alla fertilità? Assolutamente sì

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Molti chili di troppo interferiscono sull'attività delle ovaie, a volte al punto da causare la formazione di ovociti difettosi, che non possono essere fecondati.   »

Stereotipie o conseguenze del lockdown?

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dott. Leonardo Zoccante

E' verosimile che i forti cambiamenti imposti dall'isolamento a cui ha costretto la pandemia abbiano influito sul comportamento dei bambini, tuttavia ci sono manifestazioni anomale che potrebbero essere spia di altro.   »

Coronavirus: indebolito o no? E le scuole riapriranno?

12/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Il Sars-CoV-2 è andato senza dubbio incontro a modificazioni che l'hanno reso meno aggressivo. Così è verosimile che a settembre bambini e adolescenti potranno (finalmente) tornare a scuola.  »

Fai la tua domanda agli specialisti