Bambini: come divertirsi sugli sci

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 02/01/2015 Aggiornato il 05/02/2015

I consigli dei pediatri per i bambini su come divertirsi sugli sci

Bambini: come divertirsi sugli sci

È tempo di settimana bianca. Per affrontare al meglio la vacanza sulla neve, i pediatri raccomandano di far arrivare i bambini sulle piste in buona forma fisica. Un’adeguata attività preparatoria evita, infatti, il rischio di traumi. Lo sci è uno sport sano, che ha il vantaggio di essere praticato nella natura, all’aria aperta e pulita. Sviluppa agilità, coordinazione, senso dell’equilibrio e fiducia in sé. Ma è fondamentale seguire alcuni accorgimenti affinché i bambini possano divertirsi sugli sci e non vivere l’esperienza come uno stress.

Prudenza e gradualità

Bisogna fare tutto con prudenza e gradualità, senza avere troppe pretese. Non bisogna esigere prestazioni sportive troppo elevate ma tenere conto delle attitudini, dell’età e delle capacità dei propri figli. Gli esperti della Società italiana di pediatria (Sip) consigliano di iniziare con lo sci di fondo per prendere dimestichezza con la neve. Lo sci alpino, infatti, richiede riflessi che non si possono pretendere dai bambini piccoli. Lo snowboard è raccomandabile dagli 8 anni, quando si è raggiunta una maggiore coordinazione fisica. Per l’agonismo è meglio aspettare gli 11 anni. I bambini molto piccoli è opportuno che prendano lezioni individuali. Ma già a partire dai 6 anni è bene inserirli in corsi di gruppo per far vivere l’attività motoria come momento collettivo e per insegnare ai bambini come divertirsi sugli sci.

Meglio non solo il week end

Per non farli ritornare dalla vacanza con malanni e acciacchi bisogna lasciare il tempo ai bambini di acclimatarsi. Bisognerebbe per questo evitare di trascorrere solo il classico weekend, ma scegliere di soggiornare in montagna per alcuni giorni. Non andare, comunque, mai sopra i duemila metri.

Attenzione all’abbigliamento

L’abbigliamento ideale è a cipolla perché offre la possibilità di svestire o ricoprire il bimbo in fretta e con estrema facilità. I tessuti devono essere scelti possibilmente tecnici e termici che lasciano traspirare la pelle. Non dimenticarsi mai di proteggere la testa e le orecchie con un cappellino. Per evitare congiuntiviti schermare gli occhi con validi occhiali da sole, anche quando ci sono le nuvole.

L’attrezzatura deve essere adeguata

I bambini per divertirsi sugli sci devono indossare un’attrezzatura comoda e adeguata: il casco deve essere di buona qualità, gli sci e gli scarponi è consigliabile noleggiarli. Spesso, infatti, sono mantenuti in condizioni migliori di quelli utilizzati una sola volta all’anno. Inoltre, gli esperti del noleggio sono in grado di proporre al bambino l’attrezzatura più idonea e proporzionata alle sue misure.

 

In breve

METTERE SEMPRE LA CREMA SOLARE

Per scongiurare gravi scottature cutanee, ricordarsi di applicare sul viso prima di esporsi al sole una buona crema protettiva, anche nelle giornate nuvolose.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Vaccino antivaricella: va fatto agli altri bimbi se c’è in casa un piccolissimo
14/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

I bambini che frequentano l'asilo dovrebbero essere vaccinati (anche) contro la varicella, per scongiurare il rischio di ammalarsi e contagiare un fratellino nato da poco.   »

Fattore Rh negativo: l’immunoprofilassi anti-D va fatta in gravidanza?
11/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' più che opportuno che le donne con fattore Rh negativo che aspettano un bambino eseguano l'immunoprofilassi specifica già durante la gravidanza. L'iniezione (intramuscolare) dovrebbe essere effettuata da personale sanitario.  »

Vertigini a 13 anni: cosa può essere?
10/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

Le vertigini potrebbero essere espressione di un problema che riguarda l'orecchio interno: solo la visita otoneurologica può escluderlo o confermarlo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti