Bambinopoli 2018, la grande festa per le famiglie

Silvia Finazzi A cura di Silvia Finazzi Pubblicato il 06/09/2018 Aggiornato il 06/09/2018

L’8 e il 9 settembre Vignola (Mo) ospiterà Bambinopoli 2018, un appuntamento a base di giochi, spettacoli e laboratori

Bambinopoli 2018, la grande festa per le famiglie

L’8 e il 9 settembre torna l’appuntamento con Bambinopoli, la grande festa a base di giochi, laboratori didattici, letture animate e spettacoli pensati per i più piccoli. Vignola (in provincia di Modena), conosciuta come la città delle ciliegie, aprirà le sue porte alle famiglie desiderose di trascorrere una giornata insieme all’insegna del divertimento e dell’allegria prima del grande rientro a scuola.

Un viaggio nel tempo

Organizzata dall’associazione Vignola Grandi Idee con la collaborazione della società bolognese HB Comm, Bambinopoli è giunta ormai alla XVII edizione. Il tema di quest’anno è “Ieri, oggi, domani”: le vie del centro cittadino situato fra Modena e Bologna ospiteranno tre diverse aree tematiche, attraverso le quali grandi e piccini potranno compiere un viaggio nel passato, nel presente e nel futuro.

Gli antichi mestieri

L’area di Bambinopoli dedicata al passato e intitolata “Ieri: conoscere le nostre radici” sarà allestita lungo il corso principale della città e nella suggestiva rocca medievale di Vignola. In questi luoghi i visitatori potranno incontrare i personaggi in costume: cantastorie, figure storiche, giullari e artigiani. Inoltre, i visitatori potranno scoprire gli antiche mestieri, rivivere la vita del castello attraverso emozionanti ricostruzioni e indossare accessori dell’epoca.

Giocare e divertirsi oggi

Al presente è dedicata l’area “Oggi: il bambino nei giorni nostri”, dove i bambini potranno incontrare artisti di strada, divertirsi negli spazi dedicati all’elettronica e al digital, provare i molti giochi a disposizione. Per i genitori sono previsti anche incontri e confronti su bambini e tecnologie, bambini e videogame, bambini e web. Infine, in questo spazio genitori e figli potranno partecipare alle attività formative e didattiche sulle interazioni sociali e la sicurezza online.

Riflessioni sul domani

L’ultima area, quella sul futuro e chiamata “Domani: quale sarà il futuro dei bambini di oggi?”, è dedicata alle riflessioni e ai dibattiti. Con alcuni esperti, infatti, si parlerà di futuro dei bambini, affrontando argomenti come salute, educazione scolastica, tecnologie di comunicazione, ecologia, ambiente e alimentazione.

Animali e talent show

A Bambinopoli le famiglie potranno, infine, trovare anche zone dedicate al contatto con la natura e con gli animali e un’area riservata al mondo dello sport e dell’alimentazione salutare, con il coinvolgimento di esperti di crescita e sviluppo. I bambini più spigliati potranno partecipare anche a un talent show su misura per loro.

 

 

Da sapere!

Per maggiori info si può visitare il sito: www.bambinopolivignola.it

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Nonna che svaluta i genitori: che fare?

18/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Non si possono tollerare gli atteggiamenti prevaricatori dei nonni (né di altri parenti che si occupano dei bambini): in caso contrario si espongono i figli a vari rischi.   »

Dubbio sull’intervallo di somministrazione dei vaccini

11/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Per ogni vaccino, compreso l'anti-meningococco B, è stato individuato l'intervallo tra la somministrazione delle dosi che assicura la migliore risposta del sistema di difesa naturale e, quindi, la migliore protezione.   »

Svezzamento: quali regole seguire?

30/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

le linee guida relative allo svezzamento sono molto cambiate rispetto ad alcuni anni fa: oggi vi è molta più libertà d'azione, da usare però secondo i criteri dettati dal buon senso. Ma se si vuole andare "alla vecchia", nulla lo vieta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti