Energizer night run for Unicef: la corsa per salvare i bambini del mondo

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 14/06/2013 Aggiornato il 14/06/2013

Sabato 15 giugno, a Milano, ritorna la corsa notturna Energizer night run per sostenere l’Unicef nella lotta alla mortalità infantile. Si parte alle 21,30

Energizer night run for Unicef: la corsa per salvare i bambini del mondo

Dopo il grande successo della prima edizione, Milano verrà ancora illuminata, sabato sera, dal fiume di luci della corsa notturna Energizer night run.

Vogliamo Zero

Energizer night run ha l’obiettivo di aiutare l’Unicef per il programma “Vogliamo Zero” contro la mortalità infantile, che mira ad azzerare il numero dei bambini sotto i cinque anni che muoiono nel mondo per cause prevedibili e curabili, come la malnutrizione e la povertà. Oggi sono 19mila i bambini che ogni giorno perdono la vita in modo evitabile.

Corsa notturna di 5 km

Energizer night run partirà alle 21,30 da piazza del Cannone a Milano per poi snodarsi interamente all’interno del parco Sempione. Il buio del parco sarà illuminato dalle migliaia di torce da fronte Energizer date ai partecipanti. In piazza del Cannone, dal pomeriggio grazie agli sponsor come Mizuno e Health City, verrà allestito un villaggio con spazi dedicati ai bambini e alle attività sportive e ludiche.

In breve

PER INFORMAZIONI

Per le iscrizioni e per le informazioni, è possibile andare sul sito dedicato www.nightrun.it. 

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Positiva allo streptococco a qualche settimana dal parto

19/04/2021 Bambino di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui il tampone rivelasse una positività allo streptococco, al momento del parto viene effettuata una profilassi antibiotica per evitare che il bambino venga contagiato dal batterio durante il passaggio all'esterno.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti