Vacanze: al mare con i bambini

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 11/07/2019 Aggiornato il 12/07/2019

Divertimento senza stress: anche al mare con i bambini piccoli è possibile, seguendo queste 10 regole.

Vacanze: al mare con i bambini

Noia, lamentele, litigi, urla…  Quanti problemi ci possono essere durante una vacanza con bambini. Pur essendo irrinunciabili, le vacanze al mare con i bambini possono rivelarsi un “incubo”. Ma si può correre ai ripari, prevenendo tutto questo (o risolvendolo!).

Il decalogo per una vacanza perfetta

Italo Farnetani, pediatra milanese che si è anche occupato dell’assegnazione delle bandiere verdi alle spiagge più adatte ai bambini, ha stilato un decalogo della alcune regole da tenere a mente prima di scegliere la località di villeggiatura per una famiglia con bambini. Seguendo questo decalogo, i figli si divertiranno in tutta sicurezza e i genitori finalmente si rilasseranno.

Luoghi sicuri

Non solo attenzione all’acqua ma anche alla sicurezza di spiagge, stabilimenti balneari e strutture ospitanti. Meno pericoli, più relax.

Socializzazione e musica

Magari agli adulti piacerà poco, ma il pediatra consiglia un ascolto assiduo di musica per stimolare positivamente il sistema nervoso dei bambini. Dunque, spiagge con musica per bimbi e adolescenti.

No ai miniclub

Il consiglio è quello di approfittare delle vacanze per giocare insieme ai propri figli e, dunque, di scegliere località che favoriscano queste attività genitori-figli.

Sì ai giochi dinamici

L’estate è bella all’aperto e in movimento. Bicicletta, bacchettoni, palla, nuoto…

Castelli di sabbia

Sono il gioco più gettonato in spiaggia e vanno favoriti anche dai genitori con gare e partecipazione bimbi-adulti.

Wi-fi in spiaggia

Le spiagge promosse dal pediatra sono, a sorpresa, quelle in cui è presente una copertura Wi-Fi perché i bambini di oggi sono nativi digitali e, dunque, la tecnologia fa inevitabilmente parte della loro crescita.

Feste negli stabilimenti balneari

Estate per un bambino significa anche socializzazione. E le spiagge che organizzano feste dove conoscere coetanei, sono sicuramente le migliori per le famiglie.

Vita culturale e sportiva

Le località migliori per una vacanza in famiglia, con figli in età scolare, sono quelle in cui è viva l’attività culturale. Ma non solo, molto importanti sono anche le manifestazioni sportive.

Privilegiare il nuoto

Quale stagione migliore per nuotare? Approfittate del mare (meglio se non subito profondo) per far nuotare i bambini. Ne beneficeranno umore e salute.

Vacanza anche a tavola

Per sconfiggere l’inappetenza da caldo o i capricci in grado di minacciare la serenità familiare, ecco le pietanze più amate dai bambini.

  1. pasta con pomodoro o pesto
  2. patatine fritte
  3. pietanze fritte (il fritto piace sempre)
  4. pizza
  5. polpette
  6. carne panata (cotolette, bocconcini di pollo)
  7. piselli
  8. purè.

 

 

Da sapere

QUALCHE ANARCHIA

Perché i bimbi si divertano e siano sereni, occorre che i genitori partano con lo spirito giusto. Ovvero, un sano equilibrio tra controllo e un po’ di rilassante anarchia da vacanza.

 

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Positiva allo streptococco a qualche settimana dal parto

19/04/2021 Bambino di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui il tampone rivelasse una positività allo streptococco, al momento del parto viene effettuata una profilassi antibiotica per evitare che il bambino venga contagiato dal batterio durante il passaggio all'esterno.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti