Vacanze: che stress!

Laura de Laurentiis
A cura di Laura de Laurentiis
Pubblicato il 17/08/2018 Aggiornato il 17/08/2018

Spesso una vacanza è rovinata dalle aspettative eccessive. Ma inseguire la vacanza perfetta genera stress. Ecco come godere al meglio delle tanto sospirate ferie

Vacanze: che stress!

I genitori italiani si affannano affinché i figli non abbiano vacanze deludenti. Risultato anche quello che dovrebbe essere il momento più rilassante dell’anno si trasforma in un’occasione di stress. È quanto emerge da una ricerca commissionata da Groupon, società che propone prodotti scontati di ogni genere ai consumatori iscritti nel suo sito: i genitori hanno un rapporto problematico con le vacanze dei figli. In particolare, il 73% teme che l’estate sia per i ragazzini deludente o comunque non all’altezza delle loro aspettative. Contribuiscono a mandare in ansia i genitori  le immagini delle ferie perfette che vengono postate a getto continuo sui social media.  Risultato: mentre quelle degli altri sono perfette, la loro vacanza diventa uno stress!

La vacanza del vicino…

L’indagine ha preso in considerazione 1.500 genitori italiani con figli di età compresa tra i 5 e i 16 anni. Di questi, circa la metà ha dichiarato di sentirsi in colpa per il fatto di trascorrere poco tempo con i figli e addirittura il 43% ha dichiarato di essersi finto ammalato durante l’anno per assentarsi dal lavoro e stare un po’ di più con i propri bambini. Ed è in questi stati d’animo, figli di  rimorsi e rimpianti, che affonda le radici il desiderio, di fatto esagerato, di assicurare ai figli un’estate perfetta. Il timore di non riuscire nell’intento è alimentato dai social dove vengono pubblicate foto di famiglie al culmine della felicità, circondate da paesaggi di bellezza mozzafiato, da cui si evince chiaro il messaggio: siamo in un posto meraviglioso, ci divertiamo tantissimo, i ragazzi non potrebbero chiedere di meglio. Che poi sia proprio tutto così vero poco importa: il dubbio che lo sia manda in crisi, suggerisce che i figli degli altri siano più fortunati, almeno in tema di vacanze, di quanto non lo siano i propri.  Eppure tutti, ma proprio tutti sanno che nelle piattaforme social si pubblicano solo le foto meglio riuscite, non necessariamente rappresentative del quotidiano.  

Regali per tacitare la coscienza

I sensi di colpa – si sa – sono i peggiori consiglieri. Per alleviarli 7 genitori su 10 ricorrono ai regali compensatori: per lo più si tratta di mamme che, non è un mistero, nel provare rimorsi nei confronti dei figli raggiungono l’eccellenza. D’estate mediamente i genitori italiani spendono 187 euro a settimana per ciascun figlio, meno però degli inglesi e dei francesi, che arrivano a 212, e dei tedeschi che raggiungono i 220, ma più degli spagnoli, assestati intorno ai 150 euro. Le spese riguardano il cibo più amato dai ragazzini, pizze, hamburger, dolci e gelati,  gite ai parchi tematici() e tecnologia (per esempio, videogame).  

 

 
 
 

Da sapere!

A fare bella l’estate dei bambini e degli adolescenti è soprattutto la possibilità di stare tanto tempo con gli amici all’aria aperta.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Quanto peserà il mio bambino?
21/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

L'ecografia fornisce una stima del peso del bambino, che va considerata con prudenza in quanto il margine di errore in più o in meno è circa del 10 per cento. Indicare quanto peserà esattamente il bambino alla nascita non è dunque possibile.   »

Ancora podalico in 31ma settimana
17/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

Il bambino può "mettere la testa a posto", ossia assumere la posizione cefalica, anche quando mancano solo poche settimane alla data del parto.   »

Gemellino che all’improvviso si comporta male
03/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

Dietro ad atteggiamenti che all'improvviso diventano aggressivi e difficili da gestire c'è sempre una rabbia che il bambino deve imparare ad allontanare. Fargliela disegnare può essere d'aiuto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti