Vacanze in campeggio con i bambini: 10 consigli da seguire

Francesca Scarabelli A cura di Francesca Scarabelli Pubblicato il 06/07/2023 Aggiornato il 06/06/2024

Una vacanza in campeggio con i bambini può essere un'avventura indimenticabile per tutta la famiglia. Vediamo qualche consiglio utile per renderla piacevole e sicura!

Guida alle vacanze in campeggio con i bambini: 10 consigli da seguire

Che sia in camper o in tenda, una vacanza in campeggio con i bambini è una grande avventura, in grado di entusiasmare grandi e piccini e di unire ancora di più la famiglia. Perché una vacanza di questo tipo sia perfetta, però, ci sono alcune piccole accortezze da seguire per evitare di avere problemi e brutte sorprese, anche se non mancherà di sicuro qualche piccolo imprevisto che sicuramente vi farà sorridere ogni volta che ci ripenserete.

I benefici di una vacanza in campeggio con i bambini

Perché scegliere una vacanza in campeggio con i bambini? Non si tratta di una scelta adatta a tutti, anche se ha certamente tanti lati positivi. Ci vuole infatti un po’ di spirito di adattamento e di voglia di stare insieme all’aria aperta, ma i benefici di questo tipo di vacanza vi ripagheranno di qualche piccola scomodità. Ognuno di noi potrà trovare i propri aspetti positivi di una vacanza in campeggio, ma tra i maggiori possiamo sicuramente citare:

  • i bambini (ma anche i loro genitori) hanno la possibilità di fare amicizia e di trovare compagni di avventure con cui trascorrere giornate all’aria aperta all’insegna del divertimento. Spesso si formano gruppi di bambini di età diverse, che possono così condividere giochi ed esperienze senza rischiare di annoiarsi;
  • è un’esperienza che unisce la famiglia, che si trova spesso a dover collaborare in situazioni inedite e in maniera diversa da come avviene a casa nella propria vita quotidiana. Condividere i bei momenti della giornata mentre ci si sta per addormentare in camper oppure montare la tenda tutti insieme saranno momenti di condivisione che non dimenticheranno facilmente;
  • favorisce lo spirito di adattamento, dal momento che nei campeggi – nemmeno in quelli più attrezzati – ci sono tutte le comodità che potremmo avere a casa o in hotel;
  • i bambini più grandi possono abituarsi ad essere più indipendenti: una volta che avranno preso confidenza con il campeggio, potranno gironzolare da soli o con gli amici in questo spazio protetto, diventando così più responsabili e “adulti”;
  • potranno divertirsi e giocare all’aria aperta, dimenticando almeno per qualche tempo tv e videogiochi;
  • i campeggi non sono sempre minimal e spartani. Ci sono infatti campeggi dotati di ogni comfort e con tanti servizi dedicati ai bambini, basterà informarsi e scegliere tenendone conto. Molte di queste strutture offrono infatti animazione per i bambini, piscine, aree per il gioco e con i gonfiabili, biliardini, pareti per arrampicata e tante attività divertenti.
Guida alle vacanze in campeggio con i bambini

Foto di Maria1968 da Pixabay

Regole e consigli da seguire per una vacanza in campeggio con i bambini

Ci sono alcuni piccoli accorgimenti che possono rendere davvero perfetta e indimenticabile la nostra vacanza in campeggio. Vediamo alcuni consigli utili da mettere in pratica prima della partenza!

1 – Tenete conto dell’età dei vostri bambini

Non c’è un’età perfetta per la prima vacanza in campeggio: ci sono genitori che non riescono a fare a meno di questo tipo di vacanza e vi portamo anche bambini di pochi mesi. L’importante è organizzarsi e non lasciare al caso dettagli organizzativi importanti! Ognuno di noi, poi, conosce bene i propri figli e sa benissimo quali sono i loro punti di forza e i loro limiti: costruire una vacanza in campeggio su misura per loro sarà il segreto per un’avventura indimenticabile e sicura.

2 – Scegliete il campeggio più adatto per le vostre esigenze

La prima cosa da decidere è se la vostra sarà una vacanza in campeggio con i bambini stanziale o in continuo movimento. Potete infatti usare il campeggio come base per escursioni di una giornata o piccole avventure oppure scegliere una serie di campeggi dove alloggiare durante un viaggio itinerante. Un altro dettaglio che fa la differenza è il tipo di alloggio che sceglierete: in tenda o in camper? In base a tutte queste varianti dovrete scegliere il campeggio più adatto alle vostre esigenze, dando la preferenza ad esempio ad una struttura con tanti servizi dedicati ai bambini se decidete di trascorrere la vostra vacanza nello stesso campeggio.

3 – Preparate i vostri bambini

È la vostra prima vacanza in campeggio con i bambini? Sarà sicuramente una bella avventura, ma ricordatevi che i vostri bambini (soprattutto i più piccoli) potrebbero avere qualche difficoltà ad adattarsi ad un ambiente del tutto diverso dal consueto e a qualche scomodità. Oltre a raccontare loro con sincerità tutte le cose belle che farete in campeggio, preparateli ad affrontare in maniera positiva e divertente qualche piccola scomodità, come ad esempio il fatto di doversi vestire e uscire dalla tenda per fare pipì di notte. Perché poi non organizzare una notte in tenda in giardino per abituarli a questa esperienza?

Guida alle vacanze in campeggio con i bambini

Foto di b13923790 da Pixabay

4 – Non esagerate

Se i vostri bambini sono molto piccoli o vi sembra che non abbiano ancora un grande spirito di adattamento, cominciate con un weekend oppure con un viaggio breve. Queste esperienze vi aiuteranno ad abituarli poco a poco a questo tipo di vacanza e a fargliela amare!

5 – Studiate bene l’itinerario

Tutti i genitori lo sanno bene: in una vacanza con i bambini gli imprevisti sono all’ordine del giorno! Cercate quindi di organizzare nel dettaglio tutto ciò che può essere programmato, come ad esempio il tragitto per arrivare al campeggio oppure l’itinerario previsto se avete in programma una vacanza itinerante. Spesso i campeggi hanno piazzole libere per camper e tende senza dover prenotare con molto anticipo, ma sarebbe comunque meglio non rischiare: meglio prenotare in anticipo nel campeggio che avete scelto in modo da evitare qualsiasi inconveniente.

Guida alle vacanze in campeggio con i bambini

Foto di nicolehols da Pixabay

6 – Preparate con cura i bagagli

I bagagli sono forse il dettaglio che più mette in crisi prima di partire per le vacanze. Per una vacanza in campeggio la preparazione delle valigie dovrà essere ancora più scrupolosa, cercando di trovare un compromesso tra le necessità di portare tutto ciò che può servire e gli spazi risicati di un camper o di una tenda. Prima di partire per la vostra vacanza avrete sicuramente consultato il meteo. Non dovreste comunque dimenticare di portare con voi ombrelli e impermeabili per ogni evenienza e qualche capo di abbigliamento da stratificare nel caso in cui la temperatura dovesse calare improvvisamente di qualche grado. Cercate poi di fare una lista di tutto ciò che servirà ad ogni membro della famiglia, suddividendola in vestiario, calzature, intimo, prodotti per la toeletta, biancheria da letto e da bagno e attrezzatura e accessori vari, come ad esempio zaini, borracce, giochi e libri. Per quanto riguarda il vestiario, per quanto possibile cercate di puntare su abbigliamento tecnico leggero e di rapida asciugatura e di portare qualche cambio in più: in mezzo alla natura i bambini si sporcheranno più facilmente!

7 – Non dimenticate il kit di pronto soccorso

Quando si parte per qualsiasi vacanza bisognerebbe sempre portare con sé un kit di pronto soccorso, il minimo indispensabile per far fronte a piccole ferite e lievi problemi di salute, come ad esempio raffreddore, mal di pancia o un po’ di febbre. In campeggio non dovrebbe mancare nemmeno un kit contro gli insetti, come ad esempio zanzare, vespe, calabroni e zecche. Il classico spray repellente contro le zanzare è d’obbligo, così come un prodotto dopo – puntura lenitivo, ma si possono portare anche lampade antizanzare da giardino e puntare su un abbigliamento chiaro, possibilmente con pantaloni lunghi e maglia a manica lunga.

8 – Pianificate i pasti

Questo non vuol dire stabilire in anticipo il menu di ogni giornata, ma cercate almeno di capire a grandi linee dove sarete ogni giorno all’ora di pranzo o di cena, soprattutto se i bimbi da sfamare sono più di uno oppure sono molto piccoli e quindi hanno bisogno di mangiare ad orari abbastanza regolari. Se siete in tenda non dimenticate tutto il necessario per cucinare, come fornelletto portatile, combustibile e stoviglie adatte. Che siate in tenda o in camper, alcuni cibi precotti o di rapidissima preparazione potranno facilitare le cose, quindi non dimenticate di fare scorta ancora prima di partire. Quando si viaggia provare piatti nuovi e sapori sconosciuti fa parte dell’esperienza, ma per i nostri bambini ogni tanto potrebbe essere piacevole e rassicurante mangiare i propri piatti preferiti, quindi non dimenticate a casa gli ingredienti per prepararli.

Guida alle vacanze in campeggio con i bambini

Foto di JalynBryce da Pixabay

9 – Date ai bambini regole precise

Prima di partire per la vostra vacanza in campeggio con i bambini dovreste affrontare anche questo argomento. Ogni campeggio ha delle regole specifiche che è bene spiegare nel dettaglio ai bambini in modo che possano rispettarle. A queste si affiancheranno le “vostre” regole: a che ora rientrare in tenda o in camper per i più grandi, cosa è permesso fare e cosa è invece proibito, i limiti fisici entro cui muoversi da soli e così via.

10 – Vietato accendere fuochi da soli

In campeggio spesso viene voglia di trascorrere una serata davanti ad un falò oppure di fare una bella grigliata. Sembra banale, ma nessun bambino dovrebbe avere a che fare con il fuoco: la gestione di fuochi e barbecue deve essere lasciata alle mani esperte degli adulti. In queste circostanze, inoltre, i bambini devono essere attentamente sorvegliati in modo da evitare che si creino situazioni pericolose.

11 – Organizzate al meglio le attività

Una vacanza in campeggio è l’ideale per trascorrere del tempo in famiglia. Già da casa pensate insieme ad alcune attività da fare insieme, prendendo anche informazioni per poterle mettere in pratica. Cosa ne dite, ad esempio, di una giornata in mountain bike, di un’escursione in canoa o di un percorso in un parco avventura? Informatevi sulla presenza di guide esperte o di strutture per poter svolgere queste attività in sicurezza e rendere la vostra vacanza davvero indimenticabile!

In copertina foto di Pexels da Pixabay

In breve

Una vacanza in campeggio con i bambini è un’esperienza indimenticabile per tutta la famiglia, ma per viverla in totale sicurezza e senza stress bisogna prepararsi al meglio, senza trascurare nessun dettaglio importante.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba che dopo l’addio al pannolino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un piccolo rituale da osservare all'occorrenza, qualche accorgimento per rendere il momento confortevole, uniti a tanta pazienza e a un atteggiamento sereno a poco a poco riescono a indurre il bambino a utilizzare il vasino e, più avanti, la tazza del wc.  »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Non mangiare frutta e verdura durante la gravidanza può essere pericoloso?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se si teme una carenza di vitamina C perché con l'inizio della gravidanza è nata un'avversione verso la frutta e la verdura, si può correre ai ripari assumendo quotidianamente, per esempio, spremute di agrumi o kiwi, che ne sono ricchissimi.   »

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti