Dopo il secondo figlio difficili solo 4 mesi

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 15/10/2015 Aggiornato il 15/10/2015

Le coppie alle prese con la seconda gravidanza non devono temere: con il secondo figlio il periodo difficile dura solo i primi 4 mesi

Dopo il secondo figlio difficili solo 4 mesi

L’arrivo di un bambino rappresenta una vera e propria rivoluzione per la coppia. Anche i genitori più preparati e organizzati difficilmente riescono a resistere imperturbabili a quello che sembra un vero e proprio ciclone. Fra ore di sonno perse, nuovi compiti da imparare, allattamento da avviare, dubbi e ansie i primi mesi rappresentano davvero un banco di prova impegnativo. Ma non con il secondo figlio. Stando a un recente studio condotto da un team di ricercatori americani, dell’Università del Michigan, infatti, la seconda volta sarebbe tutto più facile.

Coppie seguite per più di un anno

La ricerca, che è stata pubblicata sulla rivista Couple and Family Psychology: Research and Practice ha coinvolto 200 coppie sposate, in attesa del secondo figlio. Tutte sono state seguite dall’ultimo trimestre della seconda gravidanza fino al compimento del primo anno di vita del secondogenito. Gli autori le hanno invitate a compilare regolarmente dei questionari sulla vita famigliare, sulle eventuali difficoltà riscontate e sul rapporto di coppia. Lo scopo era capire in che modo l’arrivo di un secondo bebè si riflettesse sull’equilibrio della famiglia e sulla felicità e serenità dei due genitori.

Gli uomini sono più positivi

L’analisi dei risultati ha svelato che l’arrivo del secondo figlio non è poi così sconvolgente e non turba in maniera troppo decisa gli equilibri precedenti. Più precisamente, è emerso che per il 44% delle donne, dopo la seconda gravidanza, è subentrato un lieve declino coniugale, ma non sono aumentati i conflitti e nemmeno le incomprensioni fra i partner. Gli uomini sono risultati ancora più positivi: la maggior parte di loro ha dichiarato che già dopo il primo mese la situazione era buona e la famiglia poteva godere di momenti sereni. Prendendo in considerazione le risposte di tutti i partecipanti, gli studiosi hanno calcolato che, in media, il periodo difficile dura quattro mesi. Con il primo figlio, invece, può protrarsi molto più a lungo.

Il segreto? Dialogare molto

Le conclusioni di questo studio hanno smentito altre ricerche secondo cui la nascita del secondo figlio coincide con una diminuzione della soddisfazione coniugale. In effetti, con il secondogenito, la coppia è già rodata e ha un’idea di che cosa la aspetta. Vero è che ogni nuovo arrivo comporta una ridefinizione di ruoli e una perdita, seppur momentanea, dell’equilibrio. Secondo gli autori, il segreto sta nel dialogo: a fare meno fatica, infatti, sarebbero le coppie che mantengono una buona comunicazione e possono contare sul sostegno e l’aiuto della famiglia.

 

 

 
 
 

In breve

UN CONSIGLIO UTILE

Le coppie che non vogliono rischiare di essere travolte dall’arrivo del secondo figlio dovrebbero cercare di prepararsi per tempo, fin dalla gravidanza. Meglio, dunque, passare più tempo possibile con il primogenito spiegandogli che cosa succederà nel prossimo futuro e organizzarsi praticamente, con corredino, pasti pronti, cameretta in ordine, così da avere meno pensieri dopo il parto.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dopo 4 maschietti arriverà la bambina?

16/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è assolutamente detto che dopo quattro figli maschi il quinto sarà una femminuccia perchè a ogni gravidanza si ripresentano le stesse probabilità di aver concepito un maschio o una bambina.   »

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti