Genitori di un figlio unico: come evitare gli sbagli più comuni

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 29/03/2013 Aggiornato il 29/03/2013

Avere un figlio unico non è un torto né una colpa ma una scelta consapevole e a volte necessaria. Ecco, però, come evitare di incorrere negli errori più comuni  

Genitori di un figlio unico: come evitare gli sbagli più comuni

Una realtà sempre più frequente

Sono sempre più numerosi i figli unici in Italia. Secondo gli ultimi dati disponibili ogni donna in età fertile ha, in media, 1,4 bambini. La decisione di avere un solo figlio dipende da diversi fattori: il progressivo innalzamento dell’età in cui una donna ha il primo bambino (sempre più vicina ai 40 anni) e le condizioni socio-economiche (il costo delle case e degli affitti, gli impieghi precari eccetera).

Non sempre “unico” è sinonimo di “vizio”

Anche se figlio unico, un bambino può comunque crescere senza troppi vizi e con una buona capacità di relazionarsi agli altri coetanei. Molto dipende dall’educazione impartita dai genitori, che dovrebbero sforzarsi di non mettere sempre il figlio al centro dell’attenzione e di superare i sensi di colpa per non avergli dato un fratello o una sorella.

Superare i sensi di colpa

I genitori di un figlio unico hanno il tempo e il modo di occuparsi in maniera privilegiata del proprio bambino. Questo provoca spesso il timore di viziarli troppo, di renderli egocentrici e prepotenti, di farli sentire soli o annoiati. Il problema, secondo gli esperti, sta soprattutto in questa paura che può condizionare i comportamenti quotidiani. Per evitare di viziare il proprio figlio è necessario prima di tutto “lavorare” su se stessi, cercando di vincere quel senso di colpa che, spesso inconsciamente, vivono i genitori che hanno un solo bambino. Non avergli dato sorelle o fratelli non è un torto, ma una scelta consapevole e a volte necessaria. Eliminare il senso di disagio o di inadeguatezza influisce positivamente sulla sua educazione perché distoglie dall’esigenza di compensazione che vivono molti genitori. È questo il maggior pericolo: riempire il bambino di attenzioni e di premure superflue proprio per ricompensarlo della mancanza di fratelli.

Gli errori più frequenti

Ecco nel dettaglio

gli errori che andrebbero evitati per evitare di viziare il figlio unico, facendolo crescere insicuro e incapace di relazionarsi con gli altri.

DIRGLI SEMPRE DI Sì: genitori e anche nonni temono di contrariare il ragazzino e lo assecondano in ogni suo desiderio. In questo modo, però, non lo si abitua ad accettare un rifiuto e lo si rende insicuro.

PROIETTARE SUL FIGLIO LE PROPRIE ASPETTATIVE: molti genitori, spesso inconsciamente, trasferiscono sul figlio loro ambizioni frustrate. Il rischio è di far diventare il ragazzino ansioso e preoccupato di fallire.

PRETENDERE DI ESSERE PER LUI UN FRATELLO: un padre o una madre non devono sostituirsi a quel fratello che non c’è. I ruoli non vanno scardinati, ma sempre rispettati per non confondere il bambino.

NON FARGLI FREQUENTARE ALTRI BIMBI: molti genitori di figli unici tendono a essere troppo apprensivi tenedolo lontano dalle insidie del mondo esterno. Il bambino invece ha bisogno di socializzare con cugini e amichetti proprio per compensare la mancanza di un fratello.

Inoltre, vi proponiamo alcune

regole

, grazie ai consigli dei nostri esperti, affinché il bambino cresca con una buona educazione.

In breve

Istruzioni per non far sbagliare i genitori

In Italia cresce sempre di più il numero di figli unici complice il fatto che oggi le donne fanno la scelta della gravidanza molto in ritardo. Mettere al mondo un solo figlio non deve, però, generare dei sensi di colpa in mamma e papà. Basta non viziare troppo il bambino, evitare di dargli sempre ragione, proiettare su di lui proprie aspettative, trattarlo come un fratello e non fargli frequentare altri bimbi.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dubbi sul risultato dell’isterosalpingografia

28/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Quello che conta più di tutto è che l'isterosalpingografia appuri la pervietà delle tube.   »

La mia gravidanza si è interrotta subito: quando riprovarci?

16/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

Si può cercare un bimbo immediatamente dopo un aborto spontaneo, avvenuto nelle primissime settimane di gravidanza.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti