Guida alla scelta dei seggiolini auto

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 26/11/2012 Aggiornato il 26/11/2012

I seggiolini auto sono obbligatori per legge per garantire al bimbo sicurezza e protezione in macchina. Come orientarsi tra i vari modelli

Guida alla scelta dei seggiolini auto

 

 

Accessori indispensabili

Tra gli acquisti più importanti da fare con l’arrivo di un bambino, oltre a

carrozzine e passeggini

, ci sono i seggiolini auto. Occorre da subito munirsene perché il seggiolino auto serve fin dal primo percorso in macchina del neonato, di solito per andare dall’ospedale a casa.

Prevengono seri danni

In assenza di seggiolini auto, i bambini possono riportare seri danni anche in caso di un incidente lieve e, a maggior ragione, se si verifica una brusca frenata. Il rischio è che il piccolo possa essere catapultato dal sedile e urtare di conseguenza in modo violento contro il cruscotto, il parabrezza o i sedili anteriori. Per un bambino che viaggia senza seggiolino auto, il rischio di ferite mortali, o comunque molto gravi, è sette volte maggiore.

Obbligatori per legge

A prescrivere l’uso del seggiolino è la legge. L’articolo 172 del Codice della Strada, sull’“Uso delle cinture di sicurezza e sistemi di ritenuta” prevede, infatti, che i bambini di statura inferiore a 1,50 metri debbano essere assicurati al sedile con un apposito sistema di ritenuta, adeguato al loro peso, di tipo omologato, conformemente ai regolamenti della Commissione economica per l’Europa delle Nazioni Unite o alle equivalenti direttive comunitarie.

Gruppo 0: dalla nascita fino ai 10 chili

Le navicelle sono il sistema più idoneo per il trasporto dei neonati. Si tratta di un vero e proprio lettino dove il bebè può stare sdraiato in tutta comodità e sicurezza. Queste navicelle devono essere fissate all’auto con appositi kit d’installazione omologati, senza i quali la navicella non può essere utilizzata in auto (non è possibile, cioè, fissarla con le sole cinture di sicurezza). Le navicelle delle carrozzine non predisposte al trasporto in auto non possono essere utilizzate a questo scopo.

Gruppo 0+: dalla nascita fino ai 13 chili

I bambini fino a 13 chilogrammi di peso possono essere trasportati su seggiolini del gruppo 0+. Questa tipologia fa stare il bambino in una posizione inclinata e sostiene la schiena. Seggiolini di questo tipo vanno sempre installati in senso contrario rispetto alla direzione di marcia e mai in presenza di airbag attivato. I seggiolini di questo gruppo dispongono di cinture incorporate per la ritenuta del bambino che vanno sempre allacciate, anche in caso di brevi tragitti.

Gruppo 0+/1: dalla nascita fino ai 18 chili

Se si utilizza un seggiolino appartenente al Gruppo 0+/1 i bambini, dalla nascita fino al raggiungimento di 9 chilogrammi, devono viaggiare in senso contrario a quello di marcia. Tra i 9 e i 13 chili si può decidere se mantenere la poltroncina nel verso contrario rispetto al senso di marcia o se orientarla fronte strada, secondo le preferenze del bambino e dei genitori, anche se è consigliabile, da un punto di vista della sicurezza, mantenere la posizione contraria al senso di marcia fino al raggiungimento dei 13 chili di peso. In seguito il seggiolino andrà girato verso il senso di marcia. I seggiolini Gruppo 0+/1 dispongono di cinture incorporate per la ritenuta del bambino, che vanno sempre allacciate, anche in caso di brevi tragitti.

Gruppo 1: dai 9 a 18 chili

I bambini dai 9 a 18 chilogrammi che utilizzano un seggiolino Gruppo 1 devono viaggiare obbligatoriamente in senso di marcia. Anche i seggiolini di questo gruppo dispongono di cinture incorporate per la ritenuta del bambino, che devono sempre essere allacciate.

Gruppo 2/3: dai 15 ai 36 chili

I seggiolini del Gruppo 2/3 coprono un utilizzo dai 15 ai 36 chili di peso del bambino. Si dividono in diverse categorie: seggiolini con schienale rigido, cuscini-rialzo, seggiolini con schienale staccabile che si trasformano in cuscini-rialzo (in genere, si consiglia di preferire i rialzi dotati di schienale e poggiatesta perché assicurano una maggior protezione laterale e, inoltre, facilitano il passaggio corretto della cintura dell’auto). Quando il bambino raggiunge l’altezza di 1,50 m, non dovrà più utilizzare il seggiolino perché la sua altezza permette il passaggio corretto della cintura di sicurezza per gli adulti.

In breve

Obbligatori per legge prevengono da incidenti

I seggiolini auto sono accessori indispensabili e imprescindibili per la sicurezza in auto dei bambini. Ne esistono varie tipologie specifiche per altezza e peso del bambino che, a ogni modo, dovrà utilizzare questo supporto almeno fino a quando non raggiungerà un’altezza di 1,50 metri. Ecco le diverse tipologie, come funzionano e quali caratteristiche hanno.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino anti-CoVid-19: non è vero che ostacola la fertilità. Anzi.

21/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Non ci sono dati che autorizzino a sostenere che la vaccinazione contro l'infezione da Sars-CoV-2 interferisca sulla fertilità.   »

Fontanella anteriore chiusa in una bimba di 4 mesi: è preoccupante?

20/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se l'accrescimento della circonferenza cranica è regolare e se lo sviluppo neuropsicologico è adeguato all'età, la chiusura precoce della fontanella non deve destare alcuna preoccupazione.   »

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti