La sicurezza parte dalle gomme

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 30/04/2014 Aggiornato il 30/04/2014

I pneumatici sono l’unico punto di contatto tra l’automobile e la strada. Per questo vanno scelti e controllati nel tempo, altrimenti anche la macchina più performante non è sicura

La sicurezza parte dalle gomme

 

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

Quando si viaggia in macchina con un bambino, la sicurezza è fondamentale. Oltre alla sicurezza interna, come l’uso del seggiolino auto, occorre prestare tanta attenzione alla sicurezza esterna, attraverso la scelta dei pneumatici. Vanno acquistati con cura e controllati nel tempo, perché sono loro che fanno la differenza in caso di frenata o terreno scivoloso.

 

Continental, gli esperti della protezione

 

L’offerta di pneumatici oggi è sempre più vasta ma con Continental si è certi della sicurezza. Continental considera il pneumatico come una parte di un più grande “sistema sicurezza” di un’auto, sviluppando costantemente nuove tecnologie che rendono la guida più sicura. Vengono così utilizzati solo materiali di altissima qualità: un pneumatico è costituito da diversi componenti che devono lavorare sinergicamente per raggiungere il risultato ottimale. I pneumatici Continental sono sottoposti a numerosissimi test, su strada e nelle condizioni più estreme. E la sicurezza paga. Continental infatti è il quarto produttore mondiale di pneumatici e una macchina ogni tre prodotta in Europa è equipaggiata con pneumatici Continental.

 

Attenzione alla stagione

 

Per la massima sicurezza, i pneumatici dovrebbero seguire la stagionalità. In estate dovrebbero avere una mescola adeguata alle temperature miti e calde, così che anche sul bagnato e ad alta velocità sia assicurata un’eccellente tenuta. In inverno, invece, la mescola dei pneumatici estivi si indurisce e si riduce il grip. I pneumatici invernali Continental, grazie a uno speciale mix della mescola, a un disegno avanzato del profilo e a speciali lamelle, rimangono flessibili ed elastici, assicurando sempre ottime prestazioni.

 

Occhio a pressione e battistrada

 

La manutenzione delle gomme si basa essenzialmente su due fattori, da controllare periodicamente:

Profondità del battistrada: per legge dovrebbe essere non inferiore a 1,6 millimetri, ma se scende sotto i 3 millimetri la distanza di frenata aumenta in modo considerevole e il pericolo di scivolare si incrementa. Meglio quindi non rischiare e perdere in sicurezza.

Pressione: Oltre il 50% delle auto in circolazione viaggia con una pressione di gonfiaggio dei pneumatici non adeguata, riducendone la durata. Mantenere la corretta pressione indicata dal produttore  del veicolo consente minori consumi di carburante, migliori performance di guida e maggiore durata. Il controllo deve essere effettuato a pneumatico freddo.

Per info: www.continental-pneumatici.it

In breve

IN CASO DI FORATURA

Se una gomma si buca, che fare? Innanzitutto occorre spostare la macchina a lato della carreggiata. Vanno poi inserite le 4 frecce e prima di scendere dalla macchina indossare il giubbotto o bretelle retroriflettenti ad alta visibilità. Se ci si trova in una strada extraurbana occorre poi posizionare il triangolo mobile di pericolo, in modo che sia pienamente visibile. Poi ci si può accingere a cambiare la ruota, con cric e chiave inglese, oppure… chiedere aiuto con il cellulare.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Escursione a 1650 metri: si può portare un bambino?

13/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un bimbo di tre anni può avere problemi di adattamento se viene portato ad altitudini superiori ai 2500-3000 metri.  »

Il Sars-CoV-2 può rendere sterile il mio bambino?

13/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Che l'infezione causata dal nuovo coronavirus possa provocare infertilità maschile è solo un'ipotesi non dimostrata.   »

A due anni perché non parla ancora?

12/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Daniela Biatta

Fino ai tre anni di età, una volta esclusi deficit di qualsiasi natura, si può ipotizzare la non grave condizione di "parlatore tardivo"  »

Fai la tua domanda agli specialisti