Seggiolini auto: come leggere l’etichetta

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 08/08/2013 Aggiornato il 08/08/2013

È importante fare attenzione a quanto riportato sull’etichetta dei seggiolini auto. In questo modo si è certi di acquistare un prodotto sicuro

Seggiolini auto: come leggere l’etichetta

La scelta dei seggiolini auto è fondamentale per la sicurezza del bebè. Per non lasciarsi ingannare da false offerte o prodotti scadenti, è meglio leggere l’etichetta e conoscere il significato delle diciture riportate su ogni prodotto.

Questione di peso

Le prime sigle da riconoscere sono quelle relative al peso del piccolo. Infatti, come recita l’articolo 172 del Codice della Strada, in Italia è obbligatorio utilizzare in auto un sistema di ritenuta omologato e adeguato al peso del bambino fino a quando il bambino ha raggiunto 1,50 m di statura. Sono cinque i numeri da ricordare: gruppo 0, indicato per i bimbi dai 6 a 12 mesi e fino ai 10 kg di peso; gruppo 0+, fino a 13 kg e 24 mesi di età; gruppo 1, dai 9 ai 18 kg di peso e da 9 mesi a 4 anni di età; gruppo 2, dai 15 a 25 kg e dai 3 ai 6 anni di età; gruppo 3 (adattatori omologati che rialzano il bimbo e gli permettono di utilizzare le normali cinture di sicurezza), dai 22 ai 36 kg di peso e dai 5 ai 12 anni di età.

Le informazioni indispensabili

Il nome, le iniziali o il marchio del fabbricante, così come l’anno di fabbricazione devono essere riportati sui seggiolini auto. Nell’etichetta vera e propria, che è una sorta di carta d’identità dei seggiolini auto, invece, non possono mancare:

– il simbolo di omologazione comunitaria (Ece) seguito dalla normativa di riferimento (es. R44/04);

– il marchio di omologazione internazionale, cioè un cerchio contenente la lettera E seguita dal numero del Paese che ha rilasciato l’omologazione stessa (l’Italia è il numero 3), dal numero di omologazione e dal numero progressivo di produzione;

– il peso autorizzato e la dicitura che indica il tipo di vettura per cui è valida l’omologazione (“Universal” indica che vale per tutte le auto).

In breve

PIU’ ATTENZIONE CON QUELLI PER I NEONATI

I seggiolini per l’auto gruppo 0 e 0+ (che prevedono il montaggio nel senso contrario rispetto a quello di marcia) devono anche riportare chiaramente un’etichetta con l’avviso di “Pericolo”,  che indica l’impossibilità di utilizzarli sui sedili delle auto dotate di airbag frontale.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Salpingografia: a cosa serve?

10/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La salpingografia è l'esame che indaga sulle tube alllo scopo di verificare se siano aperte o no. Allo stesso tempo, grazie al mezzo di contrasto, durante l'indagine eventuali ostruzioni possono essere rimosse.   »

Incompleto accollamento delle decidue: cosa vuol dire?

05/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La decidua è l'endometrio durante la gravidanza, in cui l'embrione si annida. Al di sotto c'è chorion, che è il "guscio" che delimita la camera gestazionale entro cui c'è la membrana amniotica o amnios, che è come un sacchetto che racchiude feto e liquido amniotico. Viene definito "mancato accollamento"...  »

Bimbo di 19 mesi che cambia spesso umore

04/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Paola Rolando

Non è raro che verso i due anni il bambino inizi ad avere momenti di nervosismo, manifesti rabbia o ribellione, sia capriccioso: accogliere le sue emozioni negative, facendolo sentire compreso e protetto è il modo migliore per contenere le crisi e fargli recuperare in fretta serenità e allegria.   »

Si può concepire con un solo ovaio e una sola tuba controlaterale?

23/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se una tuba è efficiente è possibile che durante l'ovulazione, anche se a carico dell'ovaio controlaterale, si muova dalla sua sede abituale e si allunghi per captare l'ovocita.  »

Fai la tua domanda agli specialisti