Seggiolini auto: più batteri che in bagno

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 01/10/2014 Aggiornato il 01/10/2014

Sembra che polvere, funghi e batteri si accumulino più facilmente nei seggiolini auto che nei bagni. Con conseguenze negative sulla salute dei bambini

Seggiolini auto: più batteri che in bagno

Che i seggiolini auto non rappresentino esattamente il luogo più pulito per i bambini lo sospettano tutti i genitori. A maggior ragione sopra l’anno, quando i bambini durante gli spostamenti in auto spesso mangiano e giocano, lasciando residui di ogni tipo in macchina. Ma che raccolgano addirittura più batteri di un bagno erano sicuramente in pochi a sospettarlo. Eppure è quanto rilevato da un recente studio, condotto da un gruppo di ricercatori britannici, dell’Università di Birmingham.

Analizzate 20 auto e 20 case

La ricerca si è svolta in due step successivi. Innanzitutto, gli autori hanno analizzato 20 abitazioni e 20 automobili appartenenti a famiglie con bambini. Sono ricorsi all’ausilio di tamponi e test specifici in grado di analizzare la qualità dell’aria e il numero di batteri e altri germi nocivi presenti. Lo scopo era capire quale luogo fosse più inquinato e perché. In un secondo momento, gli studiosi hanno analizzato i risultati di un sondaggio svolto da un’industria di pneumatici. In particolare, hanno preso in considerazione i dati relativi alle condizioni dei seggiolini auto, alla percezione che gli automobilisti avevano del livello di igiene dell’abitacolo e alla pulizia dei mezzi.

Nei seggiolini si annidano anche batteri pericolosi

Dall’analisi dei dati è emerso che uno dei luoghi più sporchi in assoluto è rappresentato dai seggiolini auto per bambini. Nel dettaglio, si è visto che in ogni centimetro quadrato di questi accessori si accumulano fino a 100 tipi di batteri e funghi. Alcuni sono abbastanza innocui, mentre altri sono molto pericolosi, almeno teoricamente, come quello che può causare la salmonellosi, una serie infezione alimentare e l’Escherichia coli, che può provocare disturbi gastrointestinali debilitanti. Il bagno delle abitazioni, invece, risulta più pulito di quanto possa sembrare in apparenza. Infatti, in questo caso i germi presenti per centimetro quadrato sono risultati 50, esattamente la metà.

Pochi si preoccupano della pulizia

Gli esperti hanno anche scoperto che molti automobilisti non danno grande peso alla pulizia dell’auto. Circa la metà la utilizza ogni giorno senza preoccuparsi minimamente della polvere e dei germi che vi si annidano, tanto che raramente la fa lavare. Addirittura un inglese ogni dieci ha avuto o ha rischiato un incidente per colpa del disordine presente in macchina. Invece, l’igiene andrebbe curata al meglio. “La polvere e i germi dovrebbero essere rimossi perché sono un rischio per la salute, la macchina andrebbe pulita con regolarità dentro e fuori. Andrebbe rimosso anche tutto ciò che disseminiamo: lattine o bottigliette sotto il pedale del freno, per esempio, possono essere molto pericolose” ha commentato un esperto in sicurezza, Mark Griffiths.

In breve

MASSIMA IGIENE

Per tutelare la salute dei bambini è importante pulire i seggiolini auto almeno una-due volte al mese e ogniqualvolta che i piccoli li sporcano.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Nonna che svaluta i genitori: che fare?

18/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Non si possono tollerare gli atteggiamenti prevaricatori dei nonni (né di altri parenti che si occupano dei bambini): in caso contrario si espongono i figli a vari rischi.   »

Dubbio sull’intervallo di somministrazione dei vaccini

11/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Per ogni vaccino, compreso l'anti-meningococco B, è stato individuato l'intervallo tra la somministrazione delle dosi che assicura la migliore risposta del sistema di difesa naturale e, quindi, la migliore protezione.   »

Svezzamento: quali regole seguire?

30/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

le linee guida relative allo svezzamento sono molto cambiate rispetto ad alcuni anni fa: oggi vi è molta più libertà d'azione, da usare però secondo i criteri dettati dal buon senso. Ma se si vuole andare "alla vecchia", nulla lo vieta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti