Smartphone e tablet: mamma e papà, non esagerate!

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 28/09/2017 Aggiornato il 28/09/2017

Un uso eccessivo di smartphone e tablet da parte dei genitori potrebbe favorire problemi di comportamento nei bambini

Smartphone e tablet: mamma e papà, non esagerate!

Uno studio condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università dell’Illinois ha evidenziato che un uso eccessivo di smartphone e tablet da parte dei genitori può influire in modo negativo sul comportamento del bambino. Capricci, agitazione, irrequietezza sono le manifestazioni più comuni nei piccoli.

Attenzione prioritaria sul telefonino

Gli studiosi hanno preso in esame circa 170 famiglie con figli piccoli, per verificare in che misura l’uso della tecnologia da parte dei genitori influisse nel rapporto quotidiano con i bambini. Circa la metà degli intervistati ha ammesso che almeno tre volte al giorno la comunicazione con i figli viene interrotta da tablet e smartphone. Non di rado rispondere a una chat, controllare la posta elettronica, digitare un sms diventa prioritario rispetto a quanto si sta facendo con il bambino. 

Serenità dei piccoli a rischio

Le troppe interferenze della tecnologia nella vita famigliare possono ripercuotersi sull’atteggiamento del bambino, in quanto evidentemente minano la sua serenità. In particolare, dalla ricerca americana è emerso che il bambino potrebbe diventare disobbediente, iperattivo, difficile da controllare.

Richiesta di attenzione

“Non stupisce” commenta il dottor Leo Venturelli, pediatra di famiglia. “È ovvio che il bambino non può che sentirsi trascurato quando la mamma o il papà smettono all’improvviso di occuparsi di lui, perché distratti dal telefonino o dal tablet. I comportamenti rilevati dai ricercatori sono la modalità che i piccoli scelgono per richiamare l’attenzione dei genitori”.  

Porsi dei limiti

È, dunque, una buona idea imporsi di non esagerare con i dispositivi  mobili in presenza del bambino, anche per via dell’esempio negativo che, in caso contrario, gli si darebbe sotto il profilo educativo. 

 

 

 
 
 

 

 
 
 

Lo sapevi che?

Limitare l’uso della tecnologia non significa annullarsi. È opportuno anche insegnare al bambino che i genitori hanno diritto, nei limiti del buon senso e della ragionevolezza, a spazi propri. Così si pongono le basi per trasmettergli il concetto di “rispetto degli altri”.

 

 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino antiinfluenzale in allattamento: si può fare?

26/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La vaccinazione antiinfluenzale non è controindicata per le mamme che allattano al seno.  »

Dubbio sul valore delle beta-hCG

23/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Per capire se la gravidanza sta procedendo, serve l'ecografia, tuttavia non conviene farla prima che il valore dell'ormone beta-hCG sia almeno a 1000.  »

Bimba che fatica ad addormentarsi: le si può dare la melatonina?

06/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Dormire è fondamentale per tutti, ma in particolare per i bambini: cercare un rimedio contro un eventuale disturbo del sonno è dunque opportuno.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti