Smartwatch con gps, nuove frontiere per il controllo dei figli

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 15/05/2014 Aggiornato il 15/05/2014

Quando è presto per lo smartphone, c’è lo smartwatch con gps.  La nuova frontiera per controllare i bambini 

Smartwatch con gps, nuove frontiere per il controllo dei figli

I genitori ansiosi sembrano aumentare a dismisura, vuoi per i pericoli crescenti vuoi per la vita stressante che altera la percezione del pericolo. Un modo per controllare i figli c’è: prima si chiamava cellulare, ora ha il nome di smartphone. Ma se il bambino è troppo piccolo per usare un telefono?

Troppo piccoli per il telefono

Esiste, però, un’età in cui i bambini sono troppo piccoli per possedere uno smartphone; ecco, quindi, giungere in soccorso dell’ansia genitoriale un nuovo strumento di controllo. Si tratta di uno smartwatch ovvero una sorta di bracciale con gps integrato. Dal nome HereO, ha come principale funzione la localizzazione di chi lo porta: la posizione del bambino viene immediatamente individuata da un’applicazione apposita sul telefono dei genitori. Lo smartwatch sarà in vendita da luglio, dopo la raccolta fondi sulla piattaforma IndieGoGo.

Se si perde tra la folla

Un bambino troppo piccolo per possedere uno smartphone, teoricamente non dovrebbe essere in grado di allontanarsi senza genitori, o meglio, non dovrebbe neanche pensarci. Infatti, nella prima infanzia la presenza dell’adulto è assolutamente indispensabile. Se ne deduce, dunque, che HereO è un dispositivo utile al fine di ritrovare il piccolo qualora si perdesse in un luogo affollato o si allontanasse dai genitori per differenti circostanze.

Come un orologio da polso

Lo smartwatch ha l’aspetto di un orologio da polso, colorato e divertente. E, quindi, potrebbe essere molto gradito ai bambini. Più che un dispositivo di controllo, HereO ha la funzione di dispositivo d’emergenza e quindi non potrà che essere ben accetto dai genitori più ansiosi. Certo è che la presenza fisica di un adulto è sempre indispensabile, anche perché i bimbi impiegano davvero poche frazioni di secondo a sfilarsi bracciali, orologi e quant’altro…

In breve

PER NON PERDERLI MAI DI VISTA

Se il bimbo è piccolo per possedere uno smartphone, si può ricorrere allo smartwatch. Con gps integrato, questo dispositivo permette la localizzazione immediata del piccolo da parte dei genitori. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Tosse violenta che non passa in una bimba di 4 anni: qual è la causa?

02/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Anche se di rado, una tosse secca, insistente, che nulla calma può essere dovuta al tappo di cerume: per escludere questa possibilità basta che il pediatra ispezioni accuratamente i condotti uditivi del bambino.  »

Collo dell’utero raccorciato in 25^ settimana: è possibile che torni a posto?

01/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In effetti la cervice può recuperare qualche millimetro, in assenza di contrazioni uterine, quindi non è detto che una minaccia di parto prematuro comporti con certezza la nascita del bambino molte settimane prima rispetto alla data prevista.  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti