App gravidanza gratuite 2022: quali sono le migliori da usare?

Chiara Di Paola A cura di Chiara Di Paola Pubblicato il 22/06/2022 Aggiornato il 22/06/2022

Alle future mamme basta poco per ottenere informazioni, scambiarsi consigli e condividere emozioni. Ecco le app gravidanza gratuite.

app gravidanza per una gravidanza serena

Pensate per le mamme (e i papà) 3.0, le app per la gravidanza consentono di usare lo smartphone per ottenere in qualsiasi momento risposte ai propri dubbi, consigli pratici e suggerimenti utili durante i 9 mesi. Sebbene non possano sostituirsi all’ostetrica né al ginecologo, rappresentano uno strumento molto diffuso per programmare le attività che precedono il parto e per avere un controllo costante dell’andamento della gravidanza.
Se usata correttamente la tecnologia si rivela un valido aiuto anche per coltivare l’ascolto del proprio corpo e dei suoi segnali, per “incontrare” altre mamme e figure di sostegno.

Come si usano le app gravidanza?

Esistono applicazioni praticamente per tutto: dal calendario delle settimane di gestazione alle agende per programmare le visite dal ginecologo, dalle guide per la scelta del nome del piccolo ai consigli per combattere le nausee o ritrovare il peso-forma dopo il parto. Per la maggior parte sono gratuite (almeno in versione base) e scaricabili sia su dispositivi Apple sia Android, nelle versioni per smartphone e tablet. L’importante è non lasciarsi prendere la mano fino al punto di sostituire del tutto la realtà virtuale con i rapporti concreti, né dimenticare che soprattutto in un momento delicato come la gravidanza e l’accudimento di un neonato, la donna ha bisogno di sentirsi supportata e circondata dall’affetto delle propria famiglia.

Per quanto utili, i consigli delle app non possono in alcun modo sostituire il parere dell’ostetrica del ginecologo, perciò è fondamentale avere una figura professionale di riferimento a cui chiedere informazioni, sottoporre i propri dubbi e ottenere rassicurazioni e indicazioni competenti in merito alle abitudini da adottare in gravidanza, ai controlli a cui sottoporsi e ai sintomi a cui prestare attenzione per prepararsi al parto con serenità e assicurarsi il proprio benessere e quello del nascituro.

Come funziona l’app gravidanza del ministero della Salute?

“Mamma in salute” è l’applicazione gratuita del ministero della Salute, disponibile per tutti i device Android e Apple. Articolata in tre sezioni: “prima della gravidanza”, “gravidanza e parto”, “dopo il parto e allattamento”, consente alla donna, in ciascuna di queste fasi, di trovare, gestire, registrare consigli utili e informazioni certificate dal punto di vista sanitario. L’app si connette automaticamente all’agenda dello smartphone di chi la utilizza, consentendo di ricordare gli appuntamenti per visite ginecologiche e altri esami, gli esiti si possono registrare nel “Diario della gravidanza” personalizzato. “Mamma in salute” contiene inoltre i riferimenti dei Centri per la procreazione medicalmente assistita, dei consultori familiari e delle banche del latte su tutto il territorio nazionale. Inoltre, fornisce una mappa dei punti nascita, con informazioni sul numero di culle, la presenza dell’unità di neonatologia e di terapia intensiva neonatale, il pronto soccorso pediatrico in modo da consentire alla donna di scegliere consapevolmente dove partorire.

Come funziona l’app Imamma?

È l’app più famosa e scaricata dalle future mamme in Italia (e non solo). Realizzata da OBscience in collaborazione con medici specialisti qualificati a livello Internazionale, consente alle donne e ai ginecologi di monitorare tutte le fasi dal primo periodo fertile fino al parto. iMamma aiuta a valutare i progressi della gravidanza, tenendo sotto controllo la propria condizione fisica (peso, livello di idratazione e attività fisica) e lo sviluppo del bambino (calcolo del peso del feto e della data presunta del parto, numero dei calci e misurazione delle contrazioni). All’interno sono presenti molte sezioni, divise per argomento: dall’alimentazione al supporto psicologico, dai consigli sugli oggetti da acquistare ai tutorial massaggi e yoga, fino alle funzioni per memorizzare appuntamenti, ecografie ed esami, e creare la propria cartella clinica digitale da portare sempre con sé. Su App Store e PlayStore, iMamma è disponibile nella versione base gratuita o in quella Gold al costo di 4,99 €.

A cosa serve l’app “La mia gravidanza”?

È una delle app più complete dal punto di vista informativo: disponibile gratuitamente su App Store e su PlayStore, condivide con altre la funzione del calendario visite personalizzabile e alcuni strumenti di monitoraggio riguardanti il peso e le contrazioni, ma in più consente alla futura mamma di seguire le trasformazioni che intervengono nel suo corpo e in quello del bambino. Basta inserire la data dell’ultimo ciclo o semplicemente il giorno previsto per il parto per accedere, settimana dopo settimana, a molti consigli su alimentazione e attività fisica in gravidanza, e a numerosi contenuti (come il dizionario per capire i termini tecnici legati alla gravidanza) in grado di soddisfare qualsiasi curiosità durante l’attesa.

Quanto costa “Sprout” ?

Realizzata da Med ART Studios, Sprout è concepita come un diario interattivo esportabile in pdf, per conservare e condividiere i ricordi di tutti i momenti di gestazione. L’agenda consente di annotare appuntamenti, sintomi, domande da sottoporre al proprio medico e risultati di visite ed esami. Consente anche di compilare una checklist per la valigia dell’ospedale e la borsa del neonato, che assicura di avere con sé tutto ciò che serve al momento del parto e ogni volta che si esce di casa col bebè. Sprout può essere scaricata dagli store Apple e Google. La versione gratuita mette a disposizione informazioni fornite dalla Società italiana di ginecologia e ostetricia (Sigo), immagini a colori e ricostruzioni in 3D dello sviluppo fetale e consente di accedere a un blog dedicato attraverso il quale scambiare opinioni ed esperienze con altre mamme e risolvere dubbi e timori legati alla gravidanza grazie alle risposte fornite direttamente da professionisti.

Quali sono le app gravidanza gratuite?
  • “Gravidanza Mia” per indovinare il sesso del bebè
    Oltre a fornire ai futuri genitori consigli, curiosità e informazioni utili durante tutto il corso della gravidanza, l’app Gravidanza Mia consente di effettuare un calcolo statistico sul presunto sesso del nascituro, attraverso una funzione apposita che permette di fare pronostici a partire dall’inserimento della data dell’ultimo rapporto completo precedente l’ovulazione.
  • Il “Contraziometro” per prepararsi al parto
    Disponibile gratuitamente per iOS e Android, questa app permette di contare e controllare l’andamento delle contrazioni nelle fasi che precedono la nascita del bambino, registrando il momento iniziale e finale di ogni contrazione, la durata, la frequenza e l’intensità. Consente anche di registrare alcuni dati ed eventualmente condividerli (via mail, whatsapp o altri sistemi di messaggistica) con l’ostetrica o il ginecologo.
  • “Baby Story” e “CineMamma” per raccontare l’attesa
    Ideali per le mamme che vogliono condividere i momenti della loro gravidanza, queste app permettono di creare uno “storico” del pancione che cresce, scattando foto giorno dopo giorno per realizzare un book personalizzato con stickers e scritte virtuali o montarle in un vero e proprio filmino con didascalie e musica. Entrambe le app sono disponibili per iOS e Android. CineMamma è sempre gratuita, mentre Baby Story esiste sia in versione free sia a pagamento: la prima offre solo alcune opzioni di personalizzazione, che aumentano acquistando componenti aggiuntive dell’app (da 1,09 a 4,49 €).
  • “Pregnancy Workout Advisor” per le mamme sportive
    Suggerisce esercizi corretti e moderati per restare in forma durante la gravidanza. L’allenamento è suddiviso in base al trimestre di gestazione e ogni esercizio è spiegato in modo semplice, ma dettagliato attraverso una rappresentazione grafica. In più l’app offre consigli su quali cibi consumare e quali evitare e consente di annotare abitudini alimentari e di monitorare l’aumento di peso. Pregnancy Workout Advisor è disponibile gratuitamente su App Store e Google Play, ma solo in inglese.
  • “iMamma Workout” per tornare in forma dopo il parto
    È l’app per iOS e Android pensata per le mamme che vogliono tornare in forma subito dopo il parto, riprendere la tonicità perduta e smaltire i chili di troppo accumulati in gravidanza. iMamma Workout suggerisce tanti esercizi a corpo libero da svolgere a casa e al parco con la carrozzina. Prima di iniziare ad allenarsi è comunque meglio chiedere il parere del proprio medico.

 

 
 
 

In sintesi

Ci sono anche le app gravidanza per i papà?

Anche per i papà in attesa esistono diverse app, pensate come vere e proprie guide per prepararsi alla nascita (per esempio allestendo la cameretta) e imparare a gestire le esigenze del bambino (dalle tecniche per calmare il pianto alla preparazione del biberon e della pappa, dal cambio del pannolino fino ai rituali per la nanna), anche attraverso il gioco e il confronto con altri padri. Alcuni esempi sono:

  • “Daddy Up”: gratuita per iOS e Android, questa app (in inglese) fornisce informazioni settimanali sullo stato della propria compagna e del bambino che deve nascere, permette di compilare liste personalizzate di cose da fare, registrare annotazioni quotidiane e misurare le contrazioni durante il travaglio.
  • “Quick tips for new dads”: è una sorta di community dove i papà possono darsi consigli e informazioni a vicenda, ma anche consultare tutorial con immagini che spiegano tutto ciò che un padre deve saper fare: Questa app è disponibile in inglese solo per dispositivi Apple (al costo di 2,30 euro).

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tampone positivo allo streptococco durante la gravidanza

23/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Ci sono delle indicazioni da seguire quando si risulta positive allo streptococco in prossimità del parto, prima tra tutte recarsi con urgenza in Pronto soccorso fin dalla prima comparsa delle contrazioni.   »

Paroxetina: si può assumere nel periodo preconcezionale e poi in gravidanza?

23/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In relazione agli psicofarmaci, nel periodo del concepimento e poi durante la gravidanza è importante assumerli sotto la guida dello psichiatra e del ginecologo, in accordo tra loro.   »

Tosse dei bambini: l’antibiotico serve o no?

14/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

La tosse secca, anche se più disturbante, non deve preoccupare e non richiede inevitabilmente l'antibiotico, che invece va somministrato quando la tosse è “grassa”, con tanto catarro, e si protrae per oltre quattro settimane senza alcun accenno di miglioramento.  »

Fai la tua domanda agli specialisti