Depilazione in gravidanza: metodi e consigli utili

Alberta Mascherpa A cura di Alberta Mascherpa Pubblicato il 01/07/2024 Aggiornato il 09/07/2024

Durante l'attesa i peli superflui sono influenzati dagli ormoni: possono crescere di più nei primi tre mesi e meno dopo. La depilazione in gravidanza comunque è possibile con molta dolcezza e una particolare attenzione alle aree più delicate come l’inguine.

depilazione gravidanza

La depilazione in gravidanza è un tema delicato che preoccupa tutte le donne incinte. L’azione degli ormoni influenza la crescita dei peli in questo periodo. Nei primi tre mesi per effetto del progesterone possono crescere di più, dopo il quarto mese di meno per via degli estrogeni. In ogni caso quando ci si scopre resta il problema della depilazione, un gesto consueto che in gravidanza richiede una particolare delicatezza. Meglio evitare quindi le creme depilatorie e puntare su cerette a freddo dolci come quelle a base di zucchero, epilatori e rasoi prestando molta attenzione alle aree più fragili come l’inguine.

Come depilarsi in gravidanza

Soprattutto in estate anche le mamme in attesa sentono la necessità di depilarsi. Nulla vieta di farlo, assolutamente, purchè si tenga conto del fatto che la depilazione in gravidanza, come del resto molti altri gesti di cura, richiede attenzione e delicatezza. L’organismo femminile attraversa infatti una fase di cambiamento che vede la pelle diventare più sensibile e reattiva: è la ragione per cui gesti e prodotti che si usavano prima dell’attesa possono risultare irritanti e vanno quindi sostituiti con soluzioni all’insegna della massima dolcezza.

Metodi di depilazione

La depilazione in gravidanza suggerisce di procedere con grande delicatezza. Se ci si rivolge all’estetista è bene quindi segnalare il proprio stato qualora non sia ancora chiaramente visibile in modo che la professionista possa scegliere le soluzioni più indicate al caso. Ecco invece qualche consiglio se si procede da sole.

1) Meglio evitare le creme depilatorie: è vero che nelle ultime versioni sono molto delicate e rispettose. Contengono comunque sostanze chimiche come l’acido tioglicolico necessarie a “sciogliere” la matrice del pelo dentro il follicolo che su una pelle molto sensibile come quella delle donne in attesa potrebbero causare arrossamenti e irritazioni. Nel caso le si volesse usare comunque meglio farlo solo sulle gambe dove la pelle è in genere più robusta non sul viso e all’inguine.

2)No agli epilatori a luce pulsata di uso domestico: non si tratta di mettere in dubbio efficacia e sicurezza di questi strumenti ma semplicemente di adottare le precauzioni che in attesa suggeriscono di rimandare a dopo il parto il ricorso a qualsiasi tipo di trattamento che potrebbe avere effetti collaterali indesiderati.

3)Sì al rasoio. E’ vero che non assicura una pelle liscia a lungo ma è altrettanto vero che risulta molto pratico e veloce da usare, anche quando si ha poco tempo a disposizione. Importante è innanzitutto scegliere un rasoio specifico per la depilazione femminile mettendo da parte quelli per la rasatura maschile che hanno lame decisamente più forti e quindi con un’azione più drastica sul pelo e anche sulla pelle. Importante poi che il rasoio scelto sia di esclusivo utilizzo personale e che venga lavato con acqua calda dopo l’impiego. Un altro accorgimento importante è quello di usare il rasoio sempre sulla pelle inumidita o meglio ancora dopo aver applicato una schiuma specifica per la depilazione. Foamtastic Amber di Fler, oltre a preparare al meglio la pelle perché il rasoio possa scorrere più facilmente e senza fare taglietti, contiene oli e burri vegetali che nutrono proteggono da arrossamenti e irritazioni.

Foamtastic Amber di Fler

Foamtastic Amber di Fler

Una valida alternativa al rasoio? La Gomma Depilatoria di Sephora che propone un modo nuovo, pratico e veloce di depilarsi: passata sulle zone dove sono presenti i peli li elimina e svolgendo insieme una delicata azione esfoliante che aiuta a prevenire la ricrescita sottopelle.

Gomma Depilatoria di Sephora

Gomma Depilatoria di Sephora

4) Epilatore ok. Le versioni più nuove sono molto delicate nell’azione di eliminazione del pelo e si possono usare quindi anche nel caso si abbia una soglia del dolore molto bassa. Il consiglio è quello di fare uno scrub delicato un paio di giorni dopo aver passato l’epilatore in modo da evitare la formazione di peli incarniti avendo sempre cura di scegliere una formulazione molto delicata con granuli sottili e arricchita con oli e burri vegetali che mantengono la pelle morbida. E’ il caso dello Scrub Ricco all’olivello spinoso di Biofficina Toscana nutritivo e restitutivo, oltre che delicatissimo con la pelle e rispettoso dell’ambiente.

Scrub Ricco all’olivello spinoso di Biofficina Toscana

Scrub Ricco all’olivello spinoso di Biofficina Toscana

La ricchezza in oli e burri vegetali consente ad Alma K Milky Scrub Delicato Corpo di esfoliare la pelle con massima dolcezza, senza irritarla. 

Alma K Milky Scrub Delicato Corpo

Alma K Milky Scrub Delicato Corpo

Con estratti di gingko biloba e agrumi, Fit.fe by Fede Il Purificante sotto la doccia regala una sferzante di vitalizzante energia. E’ perfetto quindi da usare il mattino per aprire la giornata con sprint. 

Fit.fe by Fede il Purificante

Fit.fe by Fede il Purificante

 

Ceretta inguine e altre parti: come procedere in sicurezza

La depilazione in gravidanza suggerisce di procedere con grande delicatezza. Se ci si rivolge all’estetista è bene quindi segnalare il proprio stato qualora non sia ancora chiaramente visibile in modo che la professionista possa scegliere le soluzioni più indicate al caso. La scelta di andare dall’estetista è sicuramente la più valida nella fase finale della gravidanza quando raggiungere alcune parti del corpo come l’inguine o le gambe può risultare difficile per via del pancione.

La ceretta è sicuramente la soluzione più indicata per liberarsi dei peli per un periodo piuttosto lungo, almeno un paio di settimane se non di più. Il primo punto da tenere in considerazione è che la ceretta in sé non è vietata in gravidanza ma, nei centri estetici come del resto a casa se la si esegue da sole, sarebbe da evitare la versione tradizionale a caldo. Innanzitutto, perché in gravidanza la pelle e l’intero organismo risultano più sensibili e reattivi: il contatto con la cera calda che magari prima non creava nessun problema può risultare invece molto fastidioso in attesa. Va tenuto presente poi che la gravidanza è un momento a rischio per la circolazione e in particolare per i piccoli capillari; si assiste infatti a una maggior vascolarizzazione e a un aumento della fragilità capillare: il calore della cera, che provoca vasodilatazione, sommato all’azione meccanica dello strappo rischia così di romperli. Esistono comunque diverse alternative alla ceretta a caldo.

La cera a freddo: nei centri estetici si può optare per la ceretta orientale, conosciuta anche con il nome di sugaring. Si tratta di un composto a base di zucchero di canna, miele, limone e acqua che passato rapidamente sulla pelle porta via i peli senza necessità di usare le strisce. E’ un metodo decisamente più soft rispetto alla classica ceretta a caldo innanzitutto perché il composto viene usato a freddo e poi perché si procede per piccole zone limitando quindi il traumatismo alla pelle.

Le strisce a freddo: sono strisce impregnate di cera a freddo e già pronte all’uso. Basta scaldarle leggermente tra le mani, applicarle sull’area da depilare, sulla pelle perfettamente asciutta, e strapparle con decisione nel senso contrario alla crescita del pelo. Si possono usare in gravidanza a patto di evitare aree dove sono presenti vene dilatate e capillari visibili perché lo strappo potrebbe peggiorare la situazione. Meglio scegliere in ogni caso formulazioni specifiche per pelli sensibili e selezionare i prodotti in base alla zona di utilizzo. Nella sua vasta gamma di soluzioni per la depilazione fai da te Lycia propone ad esempio le Strisce Depilatorie Delicate Touch specifiche per braccia e gambe: calendula e biossido di titani le rendono molte dolci e con una decisa azione lenitiva. 

Lycia Strisce Depilatorie Delicate Touch Braccia&Gambe

Lycia Strisce Depilatorie Delicate Touch Braccia&Gambe

Veet propone ad esempio nella sua linea Expert per pelli sensibili le Strisce Depilatorie Bikini e Ascelle arricchite con olio di mandorla che nutre, ammorbidisce e addolcisce la pelle dopo lo strappo.

Strisce Depilatorie Bikini e Ascelle

Strisce Depilatorie Bikini e Ascelle

Anche le strisce si possono scegliere in versione “sugaring” con zucchero di canna e cera d’api come quelle proposte da Strep: le Strisce Depilatorie Corpo sono particolarmente dolci non solo per la formula ma anche per il tessuto delle strisce a nido d’ape che aderisce perfettamente alla pelle e rende più morbido lo strappo.

 

Strisce Depilatorie Corpo Strep al miele

Strisce Depilatorie Corpo Strep al miele

Esistono anche strisce depilatorie a freddo specifiche per il viso come quelle di Depilsoap arricchite con olio di rosa mosqueta, un olio pregiato dalle spiccate proprietà addolcenti e rigeneranti che lenisce l’area dopo lo strappo.

Depilsoap strisce depilatorie viso

Depilsoap strisce depilatorie viso

Vantano una nuova formula “no stress”, delicatissima e rispettosa della cute, le Strisce Depilatorie Viso di Depilzero formulate con cera ad azione protettiva e camomilla calmante e addolcente. 

Depilzero Strisce Depilatorie Viso No Stress

Depilzero Strisce Depilatorie Viso No Stress

 

Attenzione in ogni caso a non esporre mai la pelle appena depilata con le strisce al sole, soprattutto sul viso. In gravidanza più che in altri periodi è presente una maggior sensibilizzazione dei melanociti, le cellule che producono il pigmento scuro e questo può favorire la formazione del cloasma gravidico. La zona sopra il labbro è una sede privilegiata per questo inestetismo che i raggi Uv possono accentuare: meglio quindi procedere alla depilazione sempre di sera e far passare almeno un giorno senza esporsi usando comunque poi sull’area uno stick ad alta protezione.

 

Depilazione in gravidanza cosa è bene sapere

Ecco alcune semplici accortezze da tenere presente per la depilazione in gravidanza.

Dopo la depilazione serve la crema: il gesto della depilazione, in qualunque modo si proceda, comporta sempre uno stress per la pelle. Ecco perché dopo la depilazione è importante applicare sempre una dose generosa di una crema emolliente e lenitiva che da un lato ricostituisca il film idrolipidico e dall’altro calmi e rigeneri la cute. Utili in questo senso sono creme e gel a base di aloe, calendula, camomilla, liquirizia che si possono anche tenere in frigorifero per dare immediato ristoro alla pelle dopo la depilazione. Contiene bisabololo, aloe vera e burro di karitè dalle decise proprietà nutrienti, addolcenti e rigeneranti Soleombra Fluido Setificante Viso&Corpo, doposole perfetto dopo la depilazione estiva proposto da L’Erbolario.

L’Erbolario Soleombra Fluido Setificante per Viso&Corpo

L’Erbolario Soleombra Fluido Setificante per Viso&Corpo

Sempre parlando di prodotti di L’Erbolario vi segnaliamo anche l’Olio di Cocco vergine biologico, ideale per viso e corpo ma anche capelli. E’ utilizzato per nutrire l’epidermide senza seccarla e mantenerla elastica grazie alla vitamina E che contiene. 

026.052_F_Cocco_Olio_Corpo_Viso_Capelli

E’ pratico da usare sulle zone depilate Alma K Soothing Aloe After Sun Spray, esclusivo Douglas, a base di aloe che rinfresca e idrata apportando morbidezza alla pelle. 

Alma K Lenitivo Corpo Douglas

Alma K Lenitivo Corpo Douglas

 

Aloe Vera Gel Formula Suprema di Lovrén ha una forte azione idratante e lenitiva: riconforta immediatamente la pelle e attenua eventuali piccoli arrossamenti dovuti alla depilazione.

Aloe Vera Gel Formula Suprema di Lovrén

Aloe Vera Gel Formula Suprema di Lovrén

 

Aloe, olio di girasole, vitamina E e acqua di cocco entrano nella formula di Pacifica Beauty Coconut Cream, una crema leggera e fresca perfetta da usare la sera perchè grazie al suo delicato profumo rilassa e prepara a un riposo sereno. 

Pacifica Beauty Coconut Cream

Pacifica Beauty Coconut Cream

Nei giorni successivi è utile uno scrub: con la sua azione esfoliante serve a prevenire la comparsa dei peli sottopelle, soprattutto dopo aver usato l’epilatore e il rasoio. La scelta ideale è un esfoliante delicato a base di granuli vegetali per rispettare la delicatezza della pelle in gravidanza. Lavera Body Scrub contiene ad esempio chicchi freschi di caffè verde bio macinati che, oltre ad essere molto dolci nell’eliminare le cellule morte, hanno un’azione stimolante e tonificante.

Lavera Body Scrub

Lavera Body Scrub

Massima efficacia per Body Polish Key Soulcare che abbina all’esfoliazione enzimatica dell’acido lattico e glicolico quella meccanica di delicati granuli di carbone di bambù. Oli di semi e di cocco garantiscono morbidezza alla pelle, in profondità e per lungo tempo. 

 
Key Soulcare Body Polish

Key Soulcare Body Polish

 

Sui capezzoli solo la pinzetta: attenzione a non usare nessun metodo depilatorio sulla zona delicatissima dei capezzoli. Eventuali peli che crescono in questo punto possono essere tolti con una pinzetta passando magari prima sulla parte un cubetto di ghiaccio avvolto in un fazzoletto che “anestetizza” l’area e diminuisce la sensazione dolorosa.

 

In breve

La depilazione in gravidanza deve essere sempre un gesto molto dolce. Meglio bandire le creme depilatorie e preferire cerette a freddo, strisce depilatorie, epilatori e rasoi che andrebbero sempre usati con una schiuma apposita per rendere più sicuro il passaggio della lametta. Dopo la depilazione serve sempre una crema per rinfrescare e addolcire.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HCG

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba che dopo l’addio al pannolino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un piccolo rituale da osservare all'occorrenza, qualche accorgimento per rendere il momento confortevole, uniti a tanta pazienza e a un atteggiamento sereno a poco a poco riescono a indurre il bambino a utilizzare il vasino e, più avanti, la tazza del wc.  »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Non mangiare frutta e verdura durante la gravidanza può essere pericoloso?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se si teme una carenza di vitamina C perché con l'inizio della gravidanza è nata un'avversione verso la frutta e la verdura, si può correre ai ripari assumendo quotidianamente, per esempio, spremute di agrumi o kiwi, che ne sono ricchissimi.   »

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti