In gravidanza meglio un cosmetico “verde”

Alberta Mascherpa A cura di Alberta Mascherpa Pubblicato il 28/01/2014 Aggiornato il 28/01/2014

Un cosmetico “verde”, efficace ma insieme delicatissimo, è la scelta ideale per la cura del viso e del corpo in gravidanza 

In gravidanza meglio un cosmetico “verde”

Un cosmetico “verde”, che utilizza solo ingredienti vegetali escludendo quelli di sintesi creati in laboratorio, è un’ottima scelta sempre e a maggior ragione in gravidanza, quando la pelle diventa ancora più sensibile e chiede massima delicatezza nel trattamento quotidiano.

Meno sostanze allergizzanti

Un cosmetico “verde” contiene estratti di piante, erbe e fiori ricchi di sostanze affini alla cute e rispettose, quindi, del suo delicato equilibrio in gravidanza. Esclude, invece, sostanze potenzialmente irritanti e allergiche, reazioni che possono comunque comparire dal momento che non esiste nulla, per quanto naturale, che sia del tutto esente da questi rischi nelle persone predisposte.

Sono ugualmente efficaci

I cosmetici naturali presentano un’elevata concentrazione di principi attivi (anche il 100%) che li rende particolarmente efficaci nella cura della pelle. Questo significa peraltro tagliare su ingredienti inerti come l’acqua e potenzialmente dannosi come gli eccipienti.

Hanno un benefico effetto distensivo

Detergenti, creme e lozioni “verdi” hanno profumazioni naturali che attraverso l’olfatto risvegliano i sensi: aiutano ad allentare lo stress, regalano benessere, distendono i tratti e infondono energia. Un cosmetico “verde” può diventare così un piccolo ma prezioso aiuto per sentirsi in forma in gravidanza.

Rispettano l’ambiente

I cosmetici naturali vengono anche incontro all’esigenza di una vita più sana, rispettosa dell’ambiente e della natura: scelgono metodi di produzione che non inquinano e permettono un risparmio d’energia, utilizzano confezioni riciclabili, puntano su ingredienti del commercio equo e solidale, si impegnano in progetti di salvaguardia dell’ambiente e delle popolazioni più povere del pianeta.

In breve

DELICATI SULLA PELLE

Perché scegliere un cosmetico “verde” in gravidanza? Perché è ricco di principi attivi naturali affini alla pelle e limita, invece, la presenza di  sostanze potenzialmente irritanti e allergizzanti. Rispetta quindi l’equilibrio della cute, particolarmente delicato in attesa.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HCG

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Feto che cresce poco: può avere anomalie?

19/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è possibile stabilire se il feto abbia malformazioni o sia interessato da un'alterazione cromosomica semplicemente basandosi sul fatto che la sua crescita è al 3° percentile. Oggi si dispone di indagini di screening che possono dare informazioni sulla sua salute, ma se si decide di non effettuarle...  »

Bimba che dopo l’addio al pannolino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un piccolo rituale da osservare all'occorrenza, qualche accorgimento per rendere il momento confortevole, uniti a tanta pazienza e a un atteggiamento sereno a poco a poco riescono a indurre il bambino a utilizzare il vasino e, più avanti, la tazza del wc.  »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Non mangiare frutta e verdura durante la gravidanza può essere pericoloso?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se si teme una carenza di vitamina C perché con l'inizio della gravidanza è nata un'avversione verso la frutta e la verdura, si può correre ai ripari assumendo quotidianamente, per esempio, spremute di agrumi o kiwi, che ne sono ricchissimi.   »

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti