Quali trattamenti estetici si possono fare in gravidanza?

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 28/08/2013 Aggiornato il 28/08/2013

Molti ma non tutti. I trattamenti estetici vanno scelti con particolare cura durante la gravidanza 

Quali trattamenti estetici si possono fare in gravidanza?

Sì al linfodrenaggio, no alla pressoterapia. Via libera alla manicure, però niente lampade. Dagli Stati Uniti è arrivato di recente un decalogo stilato dal dipartimento di Ginecologia e ostetricia del Children Hospital di Montefiore e dell’Albert Einstein College of Medicine della Yeshiva University di New York che indica quali sono i trattamenti estetici che possono essere fatti in gravidanza e quelli invece da evitare.

Manicure e pedicure

Via libera a patto di controllare che gli strumenti siano sterilizzati; attenzione anche a chiedere all’estetista di non tagliare le pellicine per azzerare il rischio di infezioni. Lo smalto si può applicare, ma se si decide per quello semi-permanente oppure per la ricostruzione con il gel, è meglio indossare durante la seduta una mascherina sul viso e stare in una zona ben ventilata per non inalare sostanze potenzialmente tossiche come i cianoacrilati presenti in smalti e gel.

Sedute per il corpo

Per contrastare la cellulite e per evitare cedimenti facili dopo i mesi dell’attesa si possono fare sedute di massaggi, in particolare di linfodrenaggio, una tecnica particolarmente dolce che, favorendo il ritorno linfatico, previene il gonfiore e la pesantezza alle gambe, tipici della gravidanza. È fondamentale, però, per i trattamenti estetici affidarsi a professionisti evitando l’uso di qualsiasi tipo di apparecchiatura. Naturalmente nessun massaggio deve interessare la zona addominale. Tra i trattamenti estetici da evitare in gravidanza ci sono anche gli avvolgimenti che causano eccessiva traspirazione e aumento della temperatura e gli scrub detossinanti, perché rilasciano scorie che entrano direttamente in circolo. Assolutamente vietato durante il primo trimestre è l’uso degli oli essenziali: rosa, camomilla e lavanda possono essere impiegati nei trimestri successivi, purché diluiti, mentre sono banditi menta piperita, rosmarino, salvia e gelsomino, che possono provocare contrazioni uterine.

Con l’acqua

L’idromassaggio può essere un’ottima pratica rilassante che in più attiva il microcircolo venoso e linfatico. Importante è che i getti non siano troppo forti e non vengano indirizzati verso il ventre. No, invece, a bagni caldi, bagni di vapore e sauna, perché il calore causa problemi al flusso sanguigno, può provocare svenimenti e in più ha risvolti che possono essere poco positivi sul feto. No anche ai percorsi Kneipp e ad altre pratiche che prevedono bruschi passaggi dal caldo al freddo. 

E ancora

Vietati docce e lettini solari anche per evitare l’insorgenza di macchie scure, frequenti in gravidanza per l’accumulo di melanina. E per avere una pelle liscia? Meglio la ceretta a freddo di quella a caldo che può indebolire i capillari e favorirne la rottura. Tra i trattamenti estetici da non fare in gravidanza ci sono infine quelli per la depilazione permanente con laser e luce pulsata. 

In breve

VANNO SCELTI CON CURA

I trattamenti estetici non sono tutti da evitare in gravidanza. Alcuni si possono fare e sono un aiuto prezioso per regalarsi non solo bellezza ma anche relax e benessere. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutto è ok, ma la gravidanza non si annuncia

21/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Le ragioni per le quali una donna fatica a rimanere incinta sono numerose: l'età matura è una delle principali.   »

La mia gravidanza si è interrotta subito: quando riprovarci?

16/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

Si può cercare un bimbo immediatamente dopo un aborto spontaneo, avvenuto nelle primissime settimane di gravidanza.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti