Gambe pesanti in gravidanza, come si possono evitare?

Alberta Mascherpa A cura di Alberta Mascherpa Pubblicato il 13/06/2022 Aggiornato il 15/06/2022

Avere le gambe pesanti in gravidanza è un fastidio molto comune, specie nella stagione estiva, cui , però, si può facilmente porre rimedio. Ecco come

donna cerca sollievo alle gambe pesanti in gravidanza

Si gonfiano, soprattutto a fine giornata, e diventano così pesanti da essere difficili da spostare. Le gambe gonfie e stanche sono uno dei “corredi” classici della gravidanza, soprattutto quando si porta il peso del pancione durante i mesi più caldi. Eccome cosa si può fare contro le gambe pesanti in gravidanza.

Cosa vuole dire quanto ti senti le gambe gonfie in gravidanza?

Il gonfiore è dovuto a una ritenzione di liquidi che a sua volta si lega a problematiche a livello della circolazione venosa e linfatica. Le cause del ristagno circolatorio vanno ricercate nella particolare condizione dovuta all’attesa quando il volume ematico aumenta di circa il 20% e l’utero ingrandendosi causa una compressione della vena cava e delle vene iliache che porta a un rallentamento del flusso circolatorio.

Come migliorare la circolazione in gravidanza?

Innanzitutto, è fondamentale evitare di stare troppo nella stessa posizione, soprattutto in piedi, peggio ancora se si resta ferme. Al contrario serve invece muoversi, anche semplicemente camminando, così che la circolazione possa restare attiva. Un aiuto prezioso arriva dal sollevare le gambe, quanto più possibile in base alla libertà di movimento che concede il pancione: il sangue defluisce e il gonfiore si allenta. Se si riesce lo si può fare appoggiando le gambe al muro oppure usando semplicemente una sedia o uno sgabello.

Cosa fare per gambe pesanti in gravidanza e piedi gonfi?

 

È utile passare il getto dell’acqua fredda dalle caviglie fino all’inguine in modo da attivare la circolazione: lo si può fare anche più volte al giorno per allentare la pesantezza e il gonfiore e lo stesso vale per un pediluvio freddo a cui aggiungere un paio di manciate di sale grosso che, per il processo di osmosi, assorbe i liquidi dando leggerezza. Prezioso anche il contributo delle creme defatiganti a base di sostanze rinfrescanti come il mentolo e protettive del microcircolo, come escina, centella, mirtillo e amamelide. Si possono anche tenere in frigorifero per un effetto freschezza ancora più intenso e durevole.

 

 
 
 

In sintesi

Perché le gambe si gonfiano in gravidanza?

È colpa anche degli ormoni, in particolare degli estrogeni e del progesterone che hanno un effetto vasodilatatore e favoriscono quindi la stasi venosa con conseguente accumulo di liquidi, gonfiore e pesantezza. Da non dimenticare poi che il caldo aumenta ancora di più la vasodilatazione peggiorando la condizione delle gambe in attesa.

Servono le calze elastiche in attesa?

Sono preziose sempre per evitare gonfiore e pesantezza e a maggior ragione possono venire in aiuto quando si aspetta un bebè. Riposanti o contenitive, quello che conta è farsi aiutare nella scelta per trovare il modello più adatto che va sempre indossato il mattino quando le gambe sono sgonfie.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dolori mestruali spariti da quando è iniziata la ricerca di una gravidanza

29/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una spiegazione strettamente scientifica alla scomparsa della dismenorrea nel momento in cui si hanno rapporti sessuali non protetti non esiste, tuttavia il fatto stesso che a volte accada rende l'eventualità possibile.   »

Sono incinta e non sono immune alla rosolia: è pericoloso fare il vaccino a mio figlio?

28/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

Nessuno studio ha mai evidenziato che un bimbo subito dopo essere stato vaccinato contro la rosolia possa trasmetterla. Di conseguenza, anche in gravidanza non si rischia nulla se si hanno contatti con un bambino appena vaccinato.  »

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti