Corso pre-parto: novità al Fatebenefratelli di Roma

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 31/08/2015 Aggiornato il 31/08/2015

All’ospedale Fatebenefratelli di Roma è stato avviato un corso pre-parto in cui le donne possono acquisire maggiore consapevolezza del proprio corpo. Ecco come funziona

Corso pre-parto: novità al Fatebenefratelli di Roma

Non è obbligatorio, ma è comunque consigliato. Il corso pre-parto, infatti, costituisce un valido supporto per la donna incinta, sotto tutti i punti di vista. Ormai oggi ne esistono di tanti tipi diversi, da quello tradizionale a quello che si svolge in acqua, fino a quello yoga. Recentemente, per esempio, all’ospedale romano dei Fatebenefratelli all’Isola Tiberina è stato avviato un nuovo corso di accompagnamento alla nascita che dà particolare importanza al lavoro corporeo.

Un momento importante

Il corso pre-parto organizzato dagli ospedali, dalle Asl, dai consultori o dalle strutture private rappresenta un importante momento di confronto e di aiuto per la futura mamma. Durante questi incontri, infatti, ginecologi, ostetriche e/o psicologi (i corsi possono essere tenuti da professionisti diversi: dipende dalle singole strutture) forniscono alle gestanti una serie di consigli utili per affrontare al meglio le ultime settimane di gravidanza. Inoltre, frequentando queste lezioni, la donna può capire in che cosa consistono il travaglio e il parto, arrivando preparata all’evento tanto atteso. Senza dimenticare che può parlare dei propri dubbi con altre donne, condividere paure e timori, chiedere consigli.

Si insegnano teoria e pratica

Solitamente il corso pre-parto si articola in diversi appuntamenti, di numero variabile in base alla struttura e agli esperti che lo organizzano. In genere, prevede sempre due fasi distinte: una teorica e una pratica, in cui si insegnano una serie di esercizi, movimenti e tecniche di respirazione che possono essere eseguiti durante le contrazioni uterine e il travaglio per favorire il rilassamento muscolare e alleviare i dolori.

Un percorso davvero particolare

Il percorso offerto dall’ospedale romano è stato elaborato su richiesta delle future mamme stesse, che hanno spiegato agli esperti quando sarebbe stato importante per loro concentrarsi anche sul movimento corporeo, per acquisire una maggiore consapevolezza del proprio corpo. Così, gli ideatori hanno messo a punto un programma che, in associazione alla consueta parte informativa riguardante gravidanza, parto e puerperio, permette alle donne di prendere maggiore confidenza con la propria fisicità. Durante gli incontri si lavora per aumentare l’elasticità muscolo-scheletrica, si eseguono esercizi di rilassamento psicofisico, si effettua un lavoro corporeo mirato. L’obiettivo è aumentare il benessere materno-fetale e preparare la donna a ciò che vivrà durante il travaglio, anche dal punto di vista fisico. Fra le varie attività proposte, ci sono anche incontri di arte-terapia: in questo modo, le mamme, guidate da personale esperto, possono esprimere il loro immaginario inerente il parto e il bambino.

 

 

 
 
 

In breve

INDICATO A TUTTE

 Il corso pre-parto dell’ospedale Fatebenefratelli di Roma è consigliato a tutte le future mamme, anche quelle con un parto cesareo programmato. Infatti, aiuta le donne anche a prevenire e affrontare i disturbi perineali  connessi, più che al tipo di parto, alla gravidanza.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo che si sveglia piangendo: cosa può essere?

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

A fronte di un improvviso cambiamento nei ritmi del sonno è opportuno prima di tutto escludere la presenza di un disturbo fisico.   »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti