Brodo di pollo: medicina naturale contro l’influenza

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 04/01/2018 Aggiornato il 12/11/2019

Il brodo di pollo avrebbe un effetto simile a quello di alcuni antinfiammatori. Ecco perché aiuta a guarire prima dall’influenza

Brodo di pollo: medicina naturale contro l’influenza

Le antiche ricette della nonna non solo non passano mai di moda, ma alcune sarebbero addirittura miracolose per combattere l’influenza in gravidanza. È il caso del brodo di pollo che, secondo una ricerca americana, aiuterebbe addirittura a guarire prima dai malanni di stagione.

Simile a un antinfiammatorio

La notizia arriva dagli Stati Uniti dove un gruppo di ricercatori dell’University of Nebraska–Lincoln, al termine di uno studio, hanno stabilito che il brodo di pollo ha un effetto simile a quello di alcuni farmaci antinfiammatori. Per questo, in caso di influenza, raffreddore e mal di gola, è in grado di alleviarne i sintomi.

Per giungere a questa conclusione, gli studiosi americani hanno analizzato i livelli di neutrofili (globuli bianchi), nel sangue, il cui calo aumenta la sintomatologia delle malattie da raffreddamento. Ebbene, è emerso che le sostanze presenti nel brodo di pollo (vitamine e minerali) sono in grado di aumentare la presenza di neutrofili e quindi di migliorare i sintomi dell’influenza.

Meglio fatto in casa

Ai preparati in commercio è comunque da preferire il classico brodo di pollo fatto in casa con cinque verdure ricche di fibre, vitamina C e antiossidanti. La ricetta ideale contro l’influenza prevede: 12 carote, 6 gambi di sedano, prezzemolo, sale e pepe e una coscia di pollo. Secondo i ricercatori, è sufficiente introdurre nella dieta anche solo una ciotola di brodo di pollo al giorno per rafforzare il sistema immunitario.

Da sapere!

I benefici “antinfluenzali” del brodo di pollo risalgono al XII secolo e furono scoperti dal medico Moshe ben Maimon.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Non sento il bimbo muoversi: perché?

09/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Fino alla 23ma settimana di gravidanza può essere difficile sentire i movimenti del bambino, ma di qui a poco si riusciranno a percepire in modo inequivocabile.   »

HPV ad alto rischio oncogeno: come avviene il contagio?

03/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

La trasmissione del Papilloma virus responsabile del carcinoma della cervice avviene quasi esclusivamente per via sessuale.   »

Vaccinazione anti-rotavirus: la ricerca dice sì, senza alcun dubbio sì

27/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Gli ultimi studi compiuti in modo serio e rigoroso sulla vaccinazione antirotavirus hanno evidenziato che si tratta di uno strumento più che sicuro (e prezioso) per la salvaguardia della salute dei piccolini.  »

Fai la tua domanda agli specialisti