Dieta in gravidanza: se corretta, protegge il cuore del bebè

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 01/10/2015 Aggiornato il 08/11/2019

L’alimentazione in gravidanza, e addirittura quella prima del concepimento, è importante perché potrebbe influire sulla salute del bebè. Anche del suo cuore

Dieta in gravidanza: se corretta, protegge il cuore del bebè

Si dice che una donna incinta non debba mangiare per due, ma due volte meglio. In effetti, la dieta che la futura mamma segue durante la gravidanza è molto importante, non solo per il buon proseguimento della gestazione stessa, ma anche per la salute del bebè.

Addirittura sarebbe fondamentale anche l’alimentazione seguita nel periodo che precede il concepimento perché potrebbe avere influenze a lungo termine. Soprattutto sulla salute cardiovascolare del piccolo.

La conferma arriva da un recente studio condotto da un team di ricercatori statunitensi, della British Heart Foundation, pubblicato sulla rivista Archives of Diseases in Childhood Fetal & Neonatal Edition.

Uno studio su quasi 20mila donne

La ricerca ha riguardato 19mila mamme statunitensi. Tutte sono state invitate a compilare dei questionari relativi alla dieta seguita prima e durante la gravidanza. Inoltre, a tutte è stato chiesto di riferire le condizioni di salute dei loro bambini nei primi anni di vita, in particolare le condizioni dell’apparato cardiocircolatorio. Lo scopo era capire se fra tipo di alimentazione seguita dalla donna e rischio di sviluppare malattie cardiache nel bebè ci sia una qualche relazione.

Se sana la dieta, sano il cuore

Dall’analisi dei risultati è emerso che metà dei bambini considerati dallo studio ha sviluppato problemi cardiaci, mentre metà era sano. Correlando lo stato di salute dei piccoli alla dieta seguita dalla mamma, si è visto che fra i due fattori esisteva un legame molto forte.

Infatti, i bimbi nati da donne che prima e durante la gravidanza hanno seguito un’alimentazione equilibrata e corretta, cioè ricca di frutta, verdure e pesce presentavano maggiori probabilità di godere di un’ottima salute.

Al contrario, i bimbi delle donne che prima e dopo il concepimento tendevano a mangiare in modo sregolato, per esempio esagerando con gli alimenti grassi e dolci, erano più a rischio di sviluppare una malattia del cuore.

L’importanza di mangiare bene

Gli esperti hanno concluso che se la futura mamma mangia bene non può assicurare al 100% una salute di ferro al proprio bambino, tuttavia può aiutarlo ad avere un cuore più sano. “Una dieta sana prima, durante e dopo la gravidanza può avere benefici per la madre e il bambino. E tutta la dieta deve essere presa in considerazione, non solo i singoli nutrienti” hanno commentato gli autori.

Da sapere

SÌ AGLI INTEGRATORI

Oltre a curare la propria dieta, le future mamme che intendono avere un bambino e quelle che sono già incinta dovrebbero assumere integratori di acido folico necessari per tutelare la salute del bebè.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccini tetravalente ed esavalente e possibili effetti indesiderati

06/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Qualsiasi vaccino dà luogo a effetti indesiderati che comunque sono molto meno gravi di quanto potrebbero essere le conseguenze della malattia contro cui vengono effettuati.  »

Bimbo che vuole mangiare solo pochi alimenti

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Occorre stare molto attenti a non trasformare l'ora dei pasti in un momento in cui il bambino tiene in pugno tutta la famiglia e il modo migliore per evitarlo, favorendo un rapporto sereno con il cibo, è mostrare indifferenza se rifiuta una cibo e zero esultanza se, invece, lo mangia.   »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti