Dieta vegetariana in gravidanza: è possibile!

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 20/01/2014 Aggiornato il 06/11/2019

Dal convegno Oipa, Organizzazione internazionale protezione animali, la conferma che non ci sono problemi per una dieta vegetariana in gravidanza. Lo dicono i ginecologi

Dieta vegetariana in gravidanza: è possibile!

A un recente convegno organizzato a Roma dall’Oipa, Organizzazione internazionale protezione animali, si sono riuniti ginecologi, pediatri, dietologi e nutrizionisti per promuovere un’alimentazione senza carne e senza pesce a tutela della salute. E gli esperti hanno consigliato anche la dieta vegetariana in gravidanza e per i bambini.

Ok se equilibrata

Gli esperti hanno dato il via libera al seguire una dieta vegetariana in gravidanza, purché sia ben equilibrata. Per un’alimentazione corretta, non basta eliminare carne e pesce, ma anche sostituirli adeguatamente con prodotti vegetali in qualche modo equivalenti.

Proteine e nutrienti sotto controllo

Quando si segue una dieta vegetariana, sempre ma a maggior ragione in gravidanza, occorre compensare bene le proteine, che possono essere assunte anche da alimenti vegetali ricchi di fibre e vitamine, come i legumi o la frutta secca. Gli omega 3 del pesce, per esempio, possono essere assunti con semi di lino, noci e semi di canapa.

Attenzione al ferro

Nei nove mesi c’è un maggior bisogno di ferro, perché lo assorbe anche il feto. Il rischio è che insorga l’anemia, un disturbo del sangue causato proprio dalla carenza di ferro. Per questo è fondamentale privilegiare a tavola alimenti che ne sono ricchi, come il cacao amaro, la crusca di frumento, i fagioli, i cannellini e le lenticchie.

Previene anche il tumore alla mammella

Il ginecologo Luigi Mario Chiechi ha sottolineato “l’importanza dell’ambiente intrauterino per la prevenzione dei carcinomi. Gli estrogeni, usati per gonfiare la carne degli animali da allevamento, durante la gravidanza indicano modificazioni epigenetiche nella ghiandola mammaria e nelle cellule germinali, provocando un rischio di carcinoma mammario ereditabile per molte generazioni”.

In breve

UNA CONFERMA DALL’ASSOCIAZIONE DIETOLOGI AMERICANI

L’Ada, l’Associazione dei dietologi americani, ha riconosciuto il valore delle diete vegetariane, anche in gravidanza, affermando: “Le diete vegetariane correttamente pianificate, comprese le diete totalmente vegetariane o vegane, sono salutari, adeguate dal punto di vista nutrizionale, e possono conferire benefici per la salute nella prevenzione e nel trattamento di alcune patologie. Le diete vegetariane ben pianificate sono appropriate per individui in tutti gli stadi del ciclo vitale, ivi inclusi gravidanza, allattamento, prima e seconda infanzia e adolescenza, e per gli atleti”.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dubbio sull’intervallo di somministrazione dei vaccini

11/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Per ogni vaccino, compreso l'anti-meningococco B, è stato individuato l'intervallo tra la somministrazione delle dosi che assicura la migliore risposta del sistema di difesa naturale e, quindi, la migliore protezione.   »

Ovulazione: può verificarsi anche se si prende la pillola?

31/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Ci sono casi in cui, nonostante l'assunzione del contraccettivo orale, la donna continua a essere fertile: accade, per esempio, se è in sovrappeso.   »

Svezzamento: quali regole seguire?

30/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

le linee guida relative allo svezzamento sono molto cambiate rispetto ad alcuni anni fa: oggi vi è molta più libertà d'azione, da usare però secondo i criteri dettati dal buon senso. Ma se si vuole andare "alla vecchia", nulla lo vieta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti