No al cibo spazzatura nei nove mesi: influenza il gusto del bebè

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 25/08/2015 Aggiornato il 07/11/2019

Future mamme eliminate il cibo spazzatura dalla vostra dieta perché non danneggiate solo voi, ma anche il vostro piccolo

No al cibo spazzatura nei nove mesi: influenza il gusto del bebè

Le errate abitudini alimentari della futura mamma unitamente allo smoderato consumo di cibo spazzatura ricco di zuccheri e grassi, influenzerebbero il gusto del bimbo in grembo. A sostenerlo è uno studio di alcuni ricercatori della Rockefeller University, presentato in occasione del meeting annuale della Society for the Study of Ingestive Behavior a Denver.

Tale madre, tale figlio

Secondo lo studio, questo “detto” sarebbe appropriato anche in ambito alimentare, nel senso che la passione della madre verso alcuni alimenti  durante i 9 mesi sarebbe trasmessa al proprio bambino. Se, infatti, la dieta della donna prevede l’assunzione di cibo spazzatura, il cervello del bambino verrebbe “programmato” a cedere alla “voglia” di drink alcolici e sigarette quando sarà “grande”.

Lo studio in laboratorio

I ricercatori hanno confrontato la propensione alla nicotina e all’alcol di topi “adolescenti”, figli di mamme che durante i nove mesi avevano seguito una dieta a base di cibi grassi o una dieta sana. È emerso che gli alti livelli dei nutrienti “nocivi” nel sangue delle topoline gravide che amavano il cibo spazzatura influenzavano il loro feto in formazione.

Infatti, i topolini esposti a una dieta grassa prima della nascita, avevano cercato di ottenere una dose di nicotina e alcol molto più alta di quanto avevano fatto i topi esposti a una dieta sana, perché i percorsi cerebrali dei primi erano più propensi a gustare alimenti “spazzatura”.

Stessi risultati anche per noi

Secondo i ricercatori le stesse conclusioni potrebbero valere anche per gli essere umani.  Se così fosse, allora si potrebbe spiegare il perché della diffusione dell’obesità e della diversità dei gusti nei bambini e soprattutto aiutare i medici a gestire meglio la futura mamma durante la gravidanza e l’allattamento, proponendo dei percorsi di educazione alimentare per tutti i nove mesi.

Fonti / Bibliografia

  • A maternal junk food diet alters development of opioid pathway in the offspringResearch to be presented at the Annual Meeting of the Society for the Study of Ingestive Behavior (SSIB), the foremost society for research into all aspects of eating and drinking behavior, shows that eating a junk-food diet during pregnancy changes the development of the opioid signalling pathway in the baby’s brain and permanently alters the way this system operates after birth. ...
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Reazioni cutanee dopo una puntura di insetto

19/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

A volte a scatenare reazioni sulla pelle può essere anche l'applicazione dell'antistaminico in crema.  »

Gravidanza e scomparsa improvvisa dei sintomi

19/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è automatico che la scomparsa dei sintomi tipici della gravidanza sia brutto segno.   »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti