Caviglie gonfie in gravidanza: gli esercizi per trovare sollievo

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 11/06/2013 Aggiornato il 11/06/2013

I cambiamenti ormonali dei nove mesi causano ritenzione di liquidi e quindi caviglie gonfie in gravidanza. Il mare e alcuni semplici esercizi possono, però, dare sollievo 

Caviglie gonfie in gravidanza: gli esercizi per trovare sollievo

I cambiamenti ormonali che avvengono nei nove mesi provocano un rilassamento delle pareti delle vene, con un conseguente ristagno di sangue e ritenzione di liquidi, che in gravidanza causano caviglie gonfie e sensazione di pesantezza.

Sollievo dal mare

Se ti trovi al mare, puoi trovare sollievo alle caviglie gonfie in gravidanza camminando  lungo la battigia, con l’acqua che arriva alle caviglie. Inoltre, la pratica regolare di alcuni semplici esercizi, da fare anche in spiaggia, è utile per stimolare la circolazione e alleviare il fastidio alle caviglie gonfie in gravidanza. Ecco qualche esempio.

Sedute a terra

Con le gambe unite e tese, muovere l’articolazione della caviglia destra per flettere e rialzare il piede, senza però estendere la punta delle dita. Ripetere almeno venti volte e poi eseguire l’esercizio con l’altra gamba; la sequenza dovrebbe essere ripetuta più volte nell’arco della giornata.
Sempre nella stessa posizione dell’esercizio precedente, sciogliere l’articolazione della caviglia compiendo delle rotazioni con entrambi i piedi, dieci in senso orario e dieci in senso antiorario. Occorre fare attenzione a non estendere la punta delle dita.

In piedi

Con le mani appoggiate allo schienale di una sedia o alla parte posteriore della sdraio, alzare e abbassare lentamente i talloni, senza farli mai appoggiare del tutto a terra. È importante fare forza unicamente sulla gambe, in quanto le braccia devono garantire soltanto l’equilibrio. Ripetere due serie di dieci esercizi.

In breve

CAMMINARE NELL'ACQUA FA BENE ALLA CIRCOLAZIONE

Camminare a piedi nudi nell’acqua fredda di mare è molto utile alla circolazione, come fare docce fredde. Il passaggio dal caldo al freddo produce una sorta di ginnastica vascolare, che stimola e tonifica le pareti dei vasi sanguigni.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti