Diabete gestazionale: la prevenzione inizia prima della gravidanza

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 31/05/2018 Aggiornato il 31/05/2018

Per prevenire il diabete gestazionale è importante raggiungere una buona forma fisica prima di rimanere incinta. Ecco perché

Diabete gestazionale: la prevenzione inizia prima della gravidanza

È una malattia che spaventa moltissimo le future mamme. E a ragione: il diabete gestazionale, infatti, è una problematica da non sottovalutare che, se non trattata in modo adeguato, può esporre a rischi non solo durante la gravidanza, ma anche dopo. Ma c’è una via efficace per combatterla: essere in buona forma fisica prima di rimanere incinta. La conferma arriva da uno studio condotto da un team di ricercatori statunitensi, dell’Università dell’Iowa, pubblicato sulla rivista Medicine & Science in Sports & Exercise.

Troppo zucchero nel sangue

Si parla di diabete gestazionale quando l’aumento della glicemia (il livello degli zuccheri nel sangue) a digiuno o dopo i pasti si osserva per la prima volta durante la gravidanza, nella maggioranza dei casi nel secondo trimestre. Solo in una minoranza di donne la glicemia alta a digiuno è presente già nelle prime settimane di gestazione, spesso per un diabete di tipo 2 non diagnosticato prima. Se il diabete gestazionale non viene controllato adeguatamente, il bambino può avere un alto peso alla nascita e un aumentato rischio di ipoglicemia dopo la nascita. La mamma, invece, rischia di sviluppare poi un diabete vero e proprio e non solo.

Lo studio su oltre 1.300 donne

Lo studio ha riguardato 1.333 donne che avevano già partecipato a un’altra ricerca sul rischio cardiaco in età giovanile, il Coronary Artery Risk Development in Young Adults study(Cardia). Tutte sono state invitate a sottoporsi a una serie di visite, durante le quali i medici hanno chiesto loro se avessero avuto delle gravidanze e se avevano sviluppato diabete gestazionale. Durante il primo incontro, gli autori hanno anche testato il loro livello di forma fisica, chiedendo loro di camminare per intervalli di due minuti su un tapis roulant a velocità crescenti e con pendenze diverse.

L’importanza dello sport

Dall’analisi dei risultati è emerso che, nel campione considerato, 164 donne avevano sofferto di diabete gestazionale. Ebbene, di queste molte avevano una scarsa forma fisica prima della gravidanza. Al contrario, le donne che avevano buoni livelli di forma fisica prima di rimanere incinte erano più protette dalla malattia. Gli autori hanno calcolato che quest’ultimo gruppo presentava un rischio inferiore del 21% di sviluppare diabete gestazionale rispetto a chi aveva un livello di forma decisamente più basso.

150 minuti alla settimana

 “È importante mettersi in forma prima di rimanere incinte – hanno concluso gli esperti -. L’ideale è svolgere almeno 150 minuti di attività da moderata a vigorosa alla settimana (30 minuti al giorno per cinque giorni).

 

 

Da sapere!

Il diabete gestazionale si cura anche con un’alimentazione corretta. Pochi giorni di una dieta sana e bilanciata consentono di normalizzare la glicemia in 8 donne su 10 con diagnosi di diabete gestazionale.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo di sette mesi che fa … jumping

03/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Non è una buona idea far saltare il bambino tenendolo sotto le ascelle: molto meglio lasciarlo libero a terra, in attesa che impari a gattonare.  »

Educazione di una piccina: quali istruzioni vanno seguite?

27/05/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I bambini non sono robot: non ci si può aspettare che basti impartire una semplice dritta per ottenere i comportamenti desiderati.   »

Fertilità della donna dopo i 40 anni: cosa la influenza?

19/05/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

L'età anagrafica condiziona fortemente la possibilità di concepire. Ma non solo: altri fattori entrano in gioco e tra questi c'è il peso corporeo.  »

Fai la tua domanda agli specialisti