Diabete in gravidanza: tutti i pericoli per mamma e bebè

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 03/02/2017 Aggiornato il 03/02/2017

Se la futura mamma soffre di diabete in gravidanza, il bambino corre una serie di rischi importanti. Ecco quali

Diabete in gravidanza: tutti i pericoli per mamma e bebè

Il diabete è una malattia subdola, anche e soprattutto quando compare durante i nove mesi di gestazione perché può costituire una seria minaccia per la salute sia della mamma sia del bambino. A ribadire i pericoli del diabete in gravidanza è ora un recente studio, condotto da un gruppo di ricercatori italiani, dell’ospedale Niguarda Ca’ Granda di Milano, presentato all’ultimo congresso dell’European association for the study of diabetes.

Sotto esame 135.000 donne

La ricerca ha coinvolto 135mila donne. Gli autori hanno prima analizzato le loro cartelle cliniche, per valutare l’andamento della gestazione e la loro salute nel corso dei nove mesi, in particolare per valutare la presenza di diabete gestazionale, e poi hanno esaminato le condizioni dei loro bambini. Infine, hanno applicato un modello matematico per stimare i rischi corsi dai bambini nati da donne che hanno avuto il diabete in gravidanza, indipendentemente da altre variabili, come età, presenza di altre malattie, come l’ipertensione o patologie alla tiroide, e utilizzo di farmaci.

Le conseguenze sul bebè

Peso alterato alla nascita, ittero, ipoglicemia sono stati annorevati fra i possibili rischi per il nascituro. Analizzando i dati, infatti, gli studiosi hanno scoperto che su 135mila gestanti, 1.357 hanno sviluppato diabete gestazionale, mentre 34 erano già diabetiche prima di rimanere incinta. La stima del rischio di eventi avversi sul bimbo effettuata tramite il modello matematico ha confermato che il diabete in gravidanza è molto insidioso. Nel dettaglio, è emerso che i bimbi nati da donne che avevano il diabete già prima del concepimento presentavano un rischio 36 volte più alto degli altri di ipoglicemia. Nei figli di donne che sono diventate diabetiche in gravidanza, questo rischio era decuplicato.

Anche malformazioni fetali e maggior ricorso al cesareo

Non solo. Il diabete ha influenzato anche il peso alla nascita: le mamme con diabete gestazionale avevano l’1.7 di probabilità in più di avere figli con un peso alla nascita troppo basso o troppo alto. Questa probabilità era di quasi otto volte più alta nelle mamme già diabetiche. “Anche l’ittero è più frequente, fino a quasi il triplo rispetto alle neomamme che non hanno avuto problemi di glicemia. Il rischio di malformazioni fetali aumenta da 2.2 a 3.5 volte, quello di un parto cesareo da 1.9 a 8.5 volte. Il diabete prima della gravidanza aumenta di 2.7 volte il pericolo di disturbi respiratori” ha concluso Basilio Pintuadi, coordinatore dell’indagine.

 

 

In breve

UNA MALATTIA DA NON SOTTOVALUTARE

Questi numeri dimostrano ancora una volta che il diabete in gravidanza non va assolutamente sottovalutato. Sia che sia già presente prima del concepimento sia che si sviluppi durante l’attesa, mette in pericolo il neonato, per cui va trattato in maniera corretta.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacchi della placenta: che fare?

25/02/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è necessario osservare il riposo assoluto, in caso di distacco placentare, mentre è consigliabile uno stile di vita senza eccessi.   »

Le flash card di anatomia sono adatte a tre anni di età?

19/02/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Una bimba di tre anni il corpo umano dovrebbe cominciare a conoscerlo partendo dalle varie parti del suo: manine, piedini, nasino, bocca, orecchie e così via.   »

TSH oltre il limite: ci sono rischi in gravidanza?

14/02/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Un valore di TSH che supera di poco la soglia considerata ottimale non espone il feto a particolari pericoli. A patto però di assumere l'Eutirox e di controllare con regolarità la funzionalità tiroidea.   »

Fai la tua domanda agli specialisti