Malattia bocca, mani, piedi si può trasmettere al feto?

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 18/07/2017 Aggiornato il 25/11/2019

Anche le donne incinte possono contrarre la coxsackie, malattia bocca, mani, piedi, un problema in realtà molto comune nei bambini. Ecco con quali rischi per il feto

Malattia bocca, mani, piedi si può trasmettere al feto?

I bambini, si sa, sono dei veri e propri “untori”. Non solo verso i loro coetanei, ma anche nei confronti dei genitori. Se in condizioni normali mamma e papà non possono fare altro che rassegnarsi agli eventuali contagi, quando la mamma aspetta un altro bimbo la situazione si complica. Infatti, molte malattie possono risultare pericolose per il feto. Fra queste c’è anche la cosiddetta  malattia bocca, mani, piedi, una sindrome molto comune durante l’infanzia.

Innocua nei bimbi

La malattia bocca, mani, piedi appartiene, come i più conosciuti morbillo e varicella, al gruppo delle malattie esantematiche, caratterizzate cioè dalla comparsa di un’eruzione cutanea. In questo caso, sulla pelle compaiono pustole, vescicole o bolle. Come dice il nome stesso della malattia, l’esantema si concentra nel cavo orale, nel palmo delle mani e sulla pianta dei piedi. Prima dell’eruzione cutanea vera e propria spesso il bambino manifesta uno sfogo nel cavo orale, con piccole erosioni grigiastre contornate da un alone rosso vivo, che rendono difficile la deglutizione. Talvolta, compaiono anche una febbricola o una faringite. La malattia, che ha un’origine virale (è causata dal virus coxsackie A16) ha generalmente decorso benigno, ossia tende di norma a guarire spontaneamente senza particolari complicanze. Eventualmente il medico può consigliare l’uso di prodotti locali per alleviare il dolore in bocca.

Come avviene il contagio

La trasmissione della malattia bocca, mani, piedi avviene per via aerea, tramite il contatto con la saliva, il muco o le goccioline respiratorie  infette, emesse parlando, tossendo o starnutendo, con le mucose infette o direttamente con il liquido contenuto nelle lesioni. La trasmissione può avvenire anche per via oro-fecale. Ecco perché i bambini, che vivono molto in comunità e si scambiano continuamene baci, giochi, oggetti con i coetanei, sono così a rischio.

Che cosa succede nei nove mesi

La donna incinta può contrarre l’infezione dal figlio e trasmetterla, a sua volta, al feto. Purtroppo non senza conseguenze. Infatti, a seconda del trimestre di gestazione, possono subentrare conseguenze diverse. Tuttavia, è bene sottolineare che eventi gravi, come aborti o danni d’organo, sono molto rari.

Le regole di prevenzione

Per ridurre i rischi, nel caso in cui il bambino contragga la malattia bocca, mani, piedi è importante adottare alcune precauzioni. Se possibile, sarebbe bene che per il periodo in cui è infetto venga accudito da una persona diversa dalla mamma incinta, come il papà o i nonni. Se ciò non è fattibile, la donna deve lavare spesso le mani, specialmente dopo essere entrata in contatto con secrezioni o oggetti contaminati (pannolini e giochi). Se nonostante ciò contrae la malattia, in genere, viene invitata a sottoporsi a controlli ecografici e a esami di laboratorio con una frequenza ravvicinata, così da individuare per tempi eventuali anomalie.

Da sapere!

La malattia bocca, mani, piedi ha un’incubazione di tre-cinque giorni, anche per questo è altamente contagiosa: i bambini, infatti, possono trasmettere la malattia anche quando non sono ancora visibilmente malati.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Coronavirus e bimbi in piscina: ci sono rischi?

13/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Una cosa è certa: il Sars-CoV-2 non nuota libero nell'acqua delle piscine, per cui i bambini possono fare i bagni in piena sicurezza.  »

Lieve perdita di sangue a inizio gravidanza

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La gravidanza è un processo in divenire: almeno nelle prime settimane non si dovrebbero trarre conclusioni su come si sta evolvendo, semplicemente in base a una piccola perdita di sangue.   »

Sovrappeso: è di ostacolo alla fertilità? Assolutamente sì

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Molti chili di troppo interferiscono sull'attività delle ovaie, a volte al punto da causare la formazione di ovociti difettosi, che non possono essere fecondati.   »

Fai la tua domanda agli specialisti