Nausea in gravidanza: i rimedi naturali sono di aiuto

Roberta Raviolo A cura di Roberta Raviolo Pubblicato il 30/09/2020 Aggiornato il 30/09/2020

Molte donne sanno quanto possa essere fastidiosa la nausea in gravidanza. I rimedi naturali danno sollievo, ecco quali sono e come agiscono

Nausea in gravidanza: i rimedi naturali sono di aiuto

Solo una (fortunata!) donna su quattro non è soggetta al fastidio delle nausee in gravidanza. Le altre, in misura variabile, sperimentano la sensazione di malessere, vertigini, conati di vomito soprattutto nelle ore mattutine. Ripetersi, come hanno ipotizzato gli esperti, che le nausee siano il segno di una gravidanza serena non è sempre di aiuto. E nemmeno serve essere consapevoli che, alla fine del primo trimestre, i disturbi si alleviano.
Se infatti qualcuna avverte una nausea tutto sommato sopportabile, che si allevia masticando piano un po’ di cracker, grissini o pane secco, in altri casi i malesseri sono così intensi da portare a vomito continuo, necessità di stare a letto, rischio di disidratazione. Si tratta, in questo caso, di iperemesi gravidica, una condizione che va segnalata al ginecologo soprattutto per escludere, per esempio, malattie del fegato.

Un aiuto dalle buone abitudini

Se non è strettamente indispensabile, i farmaci andrebbero evitati perché qualcuno, anche testato e approvato, potrebbe causare disturbi al feto. Contro la nausea in gravidanza, i rimedi naturali sono la soluzione ideale perché non danno effetti collaterali. Soprattutto quelli che si basano sull’adozione di semplici regole quotidiane. La nausea gravidica compare soprattutto al risveglio, quindi gli esperti consigliano di alzarsi con calma da letto, restando anzi in posizione seduta, sorrette da cuscini. Nel frattempo, si possono sbocconcellare alimenti secchi e molto digeribili, come fette biscottate, pane secco, grissini o cracker senza grassi, masticando lentamente. Il caffè è sconsigliato (molte gestanti nelle prime settimane non ne sopportano nemmeno l’odore), mentre se si desidera bere qualcosa ci si può orientare su un tè tiepido con qualche goccia di limone e pochissimo zucchero. Ai pasti è bene consumare quello che si preferisce, evitando però alimenti grassi, molto conditi e preferendo pasta o riso, frutta, ortaggi ben lavati. Sarebbe opportuno consumare cinque spuntino nel corso della giornata, piuttosto che limitarsi a tre pasti più abbondanti.

Tisane che alleviano la nausea

Nel corso della giornata, anche per recuperare i liquidi eventualmente persi con il vomito, gli esperti di medicina naturale consigliano tisane gradevoli che attenuano la sensazione di nausea in gravidanza. I rimedi naturali da preferire sono lo zenzero e la menta piperita. Ecco come si preparano. Si pone un cucchiaino di polvere di zenzero essiccato (che si trova in erboristeria o nei negozi di alimenti naturali) in una tazza, si versa acqua bollente e si lascia in infusione dieci minuti. Si possono assumere al massimo due tazze al giorno. Allo stesso modo si prepara la tisana alla menta piperita: tre o quattro gocce in una tazza, si versa acqua bollente, si lascia riposare per qualche minuto e si bevono una o due tazze al giorno. Lo zenzero secco o candito può anche essere masticato, mentre qualche goccia di olio essenziale di menta piperita, di limone o di pompelmo si un fazzoletto da odorare regalano sollievo dalla nausea.

I benefici dell’agopuntura

Contro la nausea in gravidanza, i rimedi naturali annoverano anche le possibilità dell’agopuntura e dell’acupressione. L’agopuntura consiste nello stimolare determinati punti del corpo, soprattutto uno che si trova al di sopra del polso ma anche altri situati sopra la zona dello stomaco e nelle gambe, per alleviare la sensazione di nausea, vertigini, conati di vomito. È importante non improvvisare, ma rivolgersi solo ad agopuntori esperti che sono attivi anche presso ambulatori ospedalieri. Il ginecologo saprà consigliare in merito. L’agopuntura sembra avere un effetto benefico sulla gravidanza in generale, combattendo le tensioni osteomuscolari per la posizione scorretta dovuta all’utero ingrossato, il mal di schiena, i bruciori di stomaco. A casa propria si possono utilizzare i “sea bands”, appositi bracciali elastici che agiscono secondo il principio della acupressione. Comprimono esattamente il punto del polso sul quale agisce anche l’agopuntura, regalando sollievo.

 

 

 

 
 
 

Da sapere!

La nausea in gravidanza secondo le Linee guida americane è legata anche a carenza di vitamina B6, che si trova soprattutto in legumi, cereali, patate, uova, carote e spinaci. Se non si riesce a procurarsela con il cibo, si può parlare con il proprio ginecologo per sapere se è opportuno ricorrere a un integratore.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino antiinfluenzale in allattamento: si può fare?

26/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La vaccinazione antiinfluenzale non è controindicata per le mamme che allattano al seno.  »

Dubbio sul valore delle beta-hCG

23/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Per capire se la gravidanza sta procedendo, serve l'ecografia, tuttavia non conviene farla prima che il valore dell'ormone beta-hCG sia almeno a 1000.  »

Bimba che fatica ad addormentarsi: le si può dare la melatonina?

06/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Dormire è fondamentale per tutti, ma in particolare per i bambini: cercare un rimedio contro un eventuale disturbo del sonno è dunque opportuno.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti