Doula e ostetrica: competenze a confronto

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 12/01/2015 Aggiornato il 12/01/2015

Le figure di doula e ostetrica sono assolutamente distinte per competenza e preparazione. Ecco perché le ostetriche sono in rivolta

Doula e ostetrica: competenze a confronto

La doula è una figura in costante ascesa ma di competenza ancora “nebulosa”. La differenza tra doula e ostetrica, infatti, va appresa e diffusa affinché non vi siano confusione di competenze e incidenti di percorso. Doula e ostetrica sono, infatti, figure con un diverso percorso di studi alle spalle e confonderle potrebbe causare danni alla salute della donna.

La rimostranza delle ostetriche

La classica goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato un articolo pubblicato sul sito Genitori Channel dal titolo “Ginecologo, ostetrica o doula?”. In realtà, infatti, la rapida ascesa della doula non è stata accompagnata da altrettanta informazione a riguardo, tant’è che la maggior parte delle donne non sa esattamente quali siano le competenze di una doula e in cosa quest’ultima di differenzi dall’ostetrica. Per questi motivi, il Comitato centrale della Federazione nazionale collegi Ostetriche (Fnco) ha ritenuto di dover fare alcune urgenti precisazioni.

Facciamo un po’ di chiarezza

Perché le figure di doula e ostetrica siano chiare e distinte, è necessario stabilirne i differenti ambiti di competenza, nonché ribadirne le diverse qualifiche. La doula è una figura molto importante e molto apprezzata, in grado di dare aiuto e sostegno alla donna sia durante travaglio e parto sia durante il delicato periodo del puerperio. Ma questo tipo di aiuto non può essere di carattere medico poiché la doula non è in possesso di tali competenze. Il sostegno che la doula può fornire alla donna è soltanto di carattere emotivo o “pratico”.

L’importanza della formazione sanitaria

La differenza sostanziale tra doule e ostetriche risiede, quindi, proprio nella loro preparazione e nella formazione sanitaria. Come tiene a sottolineare il Comitato centrale delle ostetriche, la doula non ha qualifiche formative e professionali: non essendo riconosciuta dal sistema sanitario non può intervenire a livello medico nei momenti cruciali di travaglio, parto e puerperio. Infatti, l’ostetrica ha conseguito una laurea, ha passato un esame di Stato e ha praticato in istituti ospedalieri e consultori. Per diventare doula, invece, sono sufficienti alcuni weekend di formazione e, spesso, si tratta di un secondo “lavoro” esercitato per pura passione e voglia di aiutare e sostenere la donna dal punto di vista emotivo e pratico.

La doula non è un’ostetrica

Il fatto che la doula non sia una figura assimilabile all’ostetrica è forse anche noto, ma il problema oggi sta nella presentazione riservata alle doule. Queste ultime, infatti, sono presentate come “ostetriche indipendenti” ma in questa definizione altro non c’è che un errore di base, ovvero non viene chiarito che la professione di ostetrica sia  lontana anni luce dalle competenze e conoscenze della doula. Quindi, prendersi cura della mamma e del bambino, dal punto di vista dell’assistenza medica, è compito di ostetriche, infermieri e ginecologi, mentre un supporto prettamente emotivo (altrettanto importante ma di natura differente) può essere fornito tranquillamente dall’interazione della mamma con la doula. 

In breve

SVOLGONO FUNZIONI DIVERSE

Doula e ostetrica non hanno né la stessa formazione né le stesse competenze. Questa differenza va comunicata con chiarezza alle future madri e alle neomamme. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HCG

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Colesterolo alto in gravidanza: ci sono rischi per il bambino?

14/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Durante la gravidanza un aumento del valore del colesterolo (entro certi limiti) è fisiologico, tuttavia ogni caso va considerato a sé quindi spetta al ginecologo curante stabilire, in base alla storia clinica della singola donna, se l'incremento può essere o no la spia di qualcosa che non va.   »

Bassa statura di una ragazzina in prossimità del menarca: aumenterà ancora un po’?

09/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

La statura è influenzata in modo rilevante dalla genetica, ma gioca un suo ruolo anche l'eventualità che il bambino sia nato pretermine. In ogni caso, anche dopo l'arrivo della prima mestruazione (menarca) le ragazze in genere continuano a crescere di alcuni centimetri.  »

Ginnastica prepuziale nei piccolissimi: perché non si deve fare?

08/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Forzare il prepuzio di un piccolino a scendere verso il basso fino a scoprire il pene può essere pericoloso. la fimosi fisiologica è un meccanismo di difesa voluto dalla natura che fa sempre le cose per bene.   »

Fai la tua domanda agli specialisti