Gravidanza, se la mamma è sotto stress avrà una femmina

Miriam Cesta A cura di Miriam Cesta Pubblicato il 16/12/2019 Aggiornato il 18/12/2019

Lo stress prima della gravidanza, sia fisico sia psicologico, ha molti effetti, compreso quello, pare, di influenzare il sesso del nascituro. Ecco perché

Gravidanza, se la mamma è sotto stress avrà una femmina

Può essere fisico o psicologico, o addirittura una somma di entrambi: se la futura mamma vive momenti di stress prima della gravidanza, a nascere sarà più probabilmente una femminuccia. La notizia arriva da uno studio pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas) e condotto dai ricercatori del Vagelos College of Physicians and Surgeons della Columbia University di New York (Stati Uniti).

Utilizzati 24 indicatori

I ricercatori sono giunti ai loro risultati dopo aver esaminato 187 gestanti e misurato il livello di stress sia fisico sia psicologico di ciascuna utilizzando 24 indicatori diversi. Fattori quali un eccessivo introito calorico giornaliero o la pressione del sangue alterata sono stati presi in considerazione dagli autori dello studio quali elementi indicativi di stress fisico, mentre la manifestazione di disturbi depressivi e la presenza di stati ansiosi sono stati considerati indicatori di stress psicologico.

Se è stressata sarà femmina

Dai dati raccolti è emerso che tra le donne che mostravano di aver subito maggiori stress fisici il rapporto tra i bambini nati maschi e le bambine nate femmine era di 4:9, mentre se le future mamme subivano stress psicologici il rapporto tra neonati maschi e femmine era di 2:3. In ogni caso quindi lo stress, sia esso fisico o psicologico, porta a un maggior numero di nascite femminili.

I feti maschi hanno bisogno di più energia

Come mai questo accada non è ancora chiaro. Ricerche precedenti, spiegano gli autori dello studio su Pnas, hanno dimostrato che in condizioni materne avverse, tra cui situazioni di minor disponibilità di cibo per la futura mamma, è più facile che nascano bimbe femmine piuttosto che bimbi maschi. La spiegazione potrebbe risiedere nel fatto che, come dimostrato da diversi studi, un ambiente prenatale non favorevole influenzi negativamente lo sviluppo di feti maschio perché questi hanno bisogno di più energia per svilupparsi. A rinforzare ulteriormente questa ipotesi arriva ora quest’ultima ricerca, da cui emerge che tanto più supporto riceve una donna in gravidanza tanto maggiori sono le possibilità che dia alla luce un maschietto.

Da sapere!

Dallo studio è anche emerso che lo stress fisico subito in gravidanza aumenta il rischio partorire prematuramente.

Fonti / Bibliografia

  • Maternal prenatal stress phenotypes associate with fetal neurodevelopment and birth outcomes | PNASDespite decades of prenatal programming research showing that “the womb may be more important than the home” with respect to offspring health outcomes, no studies of which we are aware have considered multiple indicators of maternal stress to identify the types of maternal stress that most influence developing offspring. This study’s key contributions include the use of a data-driven procedure to specify types of maternal stress—psychological and subclinical physical health indicators—that predict offspring outcomes including sex at birth, risk of preterm birth, and fetal neurodevelopment. Social support is a key factor differentiating the stress groups and a malleable intervention target to improve offspring outcomes.
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Coronavirus e bimbi in piscina: ci sono rischi?

13/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Una cosa è certa: il Sars-CoV-2 non nuota libero nell'acqua delle piscine, per cui i bambini possono fare i bagni in piena sicurezza.  »

Lieve perdita di sangue a inizio gravidanza

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La gravidanza è un processo in divenire: almeno nelle prime settimane non si dovrebbero trarre conclusioni su come si sta evolvendo, semplicemente in base a una piccola perdita di sangue.   »

Sovrappeso: è di ostacolo alla fertilità? Assolutamente sì

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Molti chili di troppo interferiscono sull'attività delle ovaie, a volte al punto da causare la formazione di ovociti difettosi, che non possono essere fecondati.   »

Fai la tua domanda agli specialisti