Il paracetamolo in gravidanza aumenta il rischio di Adhd nel bimbo?

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 14/04/2014 Aggiornato il 14/04/2014

I bambini nati da mamme che nei 9 mesi hanno usato il paracetamolo potrebbero correre più rischi di sviluppare la sindrome da deficit di attenzione e iperattività

Il paracetamolo in gravidanza aumenta il rischio di Adhd nel bimbo?

Era uno dei pochi farmaci ammessi senza riserve durante la gravidanza. Invece, a quanto pare, il paracetamolo non è così innocuo come si è sempre pensato. Infatti, sembra esporre il bimbo a un rischio aumentato di Adhd, la sindrome da iperattività e deficit di attenzione. È quanto rivela uno studio condotto da un team di ricercatori internazionali, di diverse università del mondo, in particolare quella di Aarhus in Danimarca e quella della California a Los Angeles, pubblicato sulla rivista Jama Pediatrics.

Lo studio su 64.000 bambini

La ricerca ha riguardato 64 mila bambini nati tra il 1996 e il 2002. Gli autori hanno invitato le mamme a rispondere a dei questionari riguardanti l’eventuale uso di farmaci durante la gravidanza, in particolare di paracetamolo, e la salute dei figli. Non solo. Hanno anche esaminato l’albo delle diagnosi di Adhd e il numero di ricette prescritte per questo disturbo. Lo scopo era dimostrare se ci fosse un’associazione fra uso del paracetamolo durante l’attesa e presenza di Adhd nei bambini.

Rischio aumentato

Dall’analisi dei risultati è emerso che il 56% delle gestanti era ricorsa all’antidolorifico durante la gestazione e che i loro bambini avevano effettivamente una probabilità maggiore di sviluppare la sindrome: circa il 37% in più rispetto alla media degli altri bambini. Si è visto anche che il 29% dei bimbi nati da mamme che avevano impiegato il paracetamolo in gravidanza rischiavano di dover prendere farmaci per trattare il disturbo. Il rischio maggiore si è osservato nei casi di assunzione prolungata (20 o più settimane), che però è stata rara.

Solo se davvero necessario

Gli esperti hanno spiegato che nello studio non è stata provata una relazione di causa-effetto tra l’uso del paracetamolo in gestazione e l’Adhd. Tuttavia, visto che anche altre ricerche hanno dimostrato che l’esposizione al farmaco durante la vita intrauterina può interferire con lo sviluppo neurocognitivo e comportamentale, è consigliabile usarlo solo se strettamente necessario. 

In breve

AL MASSIMO PER 5 GIORNI

Gli esperti consigliano alle donne in gravidanza di non utilizzare il paracetamolo per più di cinque giorni consecutivi, a meno che il ginecologo non prescriva diversamente.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino antiinfluenzale: lo faccio al mio bimbo?

23/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Vaccinare contro l'influenza i bambini piccoli è ora più che mai la scelta giusta: ad affermarlo il Ministero della salute e la Società italiana di pediatria.   »

Dubbio sul valore delle beta-hCG

23/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Per capire se la gravidanza sta procedendo, serve l'ecografia, tuttavia non conviene farla prima che il valore dell'ormone beta-hCG sia almeno a 1000.  »

Bimba che fatica ad addormentarsi: le si può dare la melatonina?

06/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Dormire è fondamentale per tutti, ma in particolare per i bambini: cercare un rimedio contro un eventuale disturbo del sonno è dunque opportuno.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti