Come cambia il corpo dal quarto mese di gravidanza

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 22/02/2012 Aggiornato il 22/02/2012

Dal quarto mese di gravidanza si hanno sensibili cambiamenti nel corpo della donna: dall’aumento di peso alla crescita dell’utero e del seno

Come cambia il corpo dal quarto mese di gravidanza

Così cambia il corpo

Dal quarto mese al sesto di gravidanza i cambiamenti nel corpo della donna si fanno sempre più evidenti. Ecco, in particolare, che cosa succede.

Cambia la sudorazione

Gli ormoni della gravidanza in circolo e il rialzo della temperatura corporea a causa della maggiore produzione di energia (legata all’aumento dei processi metabolici necessari per far crescere il feto nel pancione) provocano dal quarto mese di gravidanza un incremento della produzione di ghiandole sudoripare, soprattutto di quelle situate nella zona della fronte, del collo, della schiena e del dorso delle mani.

Il seno si modifica

Il seno diventa più sensibile, soprattutto intorno al capezzolo. Ciò è dovuto sia all’azione degli estrogeni, sia allo stiramento dei tessuti. Dal quarto mese di gravidanza il seno aumenta di volume e dai capezzoli, divenuti nel frattempo più scuri, possono verificarsi anche piccole perdite di un liquido giallastro: il colostro. L’entità e la frequenza di queste perdite variano comunque sensibilmente da donna a donna. Poi, sull’areola compaiono i tubercoli di Montgomery, piccole protuberanze causate dall’aumento di volume delle ghiandole che producono il sebo, cioè il grasso.

L’utero cresce e si alza

L’utero si estende fino all’altezza dell’ombelico, facendo scomparire del tutto il girovita. Anche i muscoli e i tessuti dell’addome si tendono progressivamente per consentire la crescita dell’utero; quest’organo infatti verso la 22a settimana di gestazione misura circa 22 cm (dai 7 cm di prima della gravidanza).

Il peso aumenta

Il secondo trimestre è il periodo della gravidanza in cui l’aumento di peso è più elevato: il piccolo richiede un apporto sempre maggiore di sostanze nutritive, che la mamma deve integrare nel suo organismo proprio attraverso l’alimentazione.

Compaiono macchie sul viso

Tra il quarto mese di gravidanza e il quinto possono comparire alcune macchie brune sul viso (soprattutto su fronte, zigomi, naso e mento): si tratta del cosiddetto cloasma gravidico, un inestetismo dovuto a un’eccessiva pigmentazione della pelle. Un fenomeno normale, dovuto ai cambiamenti ormonali, in particolare all’aumento di estrogeni e progesterone.

Viene l’affanno

Via via che l’utero si ingrossa gli organi circostanti vengono sospinti verso l’alto e schiacciati contro il diaframma, il muscolo responsabile della respirazione. Ciò spiega perché, dal quarto mese di gravidanza, qualsiasi sforzo fisico, come salire le scale o fare i lavori di casa, risulti così faticoso da far mancare il fiato.

In breve

Dalla sudorazione all'affanno: ecco come cambia il corpo

A partire dal quarto mese di gravidanza il corpo subisce alcune modifiche: cambia la sudorazione, il seno si modifica, l’utero cresce e si alza, il peso aumenta, compaiono macchie sul viso, viene l’affanno.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Reazioni cutanee dopo una puntura di insetto

19/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

A volte a scatenare reazioni sulla pelle può essere anche l'applicazione dell'antistaminico in crema.  »

Gravidanza e scomparsa improvvisa dei sintomi

19/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è automatico che la scomparsa dei sintomi tipici della gravidanza sia brutto segno.   »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti