Posso andare ai Tropici durante la gravidanza?

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 27/11/2014 Aggiornato il 03/02/2015

Si può andare ai Tropici durante la gestazione? Ecco la risposta per chi vuole effettuare un viaggio.

valigia ospedale

Domanda: Posso andare ai Tropici?

Risposta

È inutile negare che quando ci si reca nelle regioni tropicali, e soprattutto in quei Paesi che hanno un tenore igienico inferiore al nostro, si corrono alcuni rischi per la salute. Se questo è vero per chiunque, lo è ancora di più per le donne che sono in attesa di un bebè. Rispetto agli altri viaggiatori, quindi, è ancora più indispensabile informarsi della qualità dell’assistenza sanitaria nei Paesi che si visiteranno, della presenza o meno di malattie che potrebbero avere un’incidenza negativa sulla salute del feto, del rischio di incorrere in incidenti, e naturalmente sulle misure di prevenzione che si possono adottare. Va, oltretutto, tenuto sempre ben presente che ci sono farmaci e vaccini sconsigliati in gravidanza. Il periodo di maggiore pericolo, per quanto riguarda il rischio di aborto, è fino alla 12a settimana di gravidanza, cioè il primo trimestre; dalla 30a settimana in poi, invece, il rischio nel quale si può più facilmente incorrere è quello di un parto prematuro, con tutte le difficoltà facilmente immaginabili di far nascere il bambino lontano da casa e magari in un Paese con un’assistenza sanitaria e un tenore igienico differenti da quelli a cui si è abituati.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Positiva allo streptococco a qualche settimana dal parto

19/04/2021 Bambino di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui il tampone rivelasse una positività allo streptococco, al momento del parto viene effettuata una profilassi antibiotica per evitare che il bambino venga contagiato dal batterio durante il passaggio all'esterno.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti