Posso andare ai Tropici durante la gravidanza?

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 27/11/2014 Aggiornato il 03/02/2015

Si può andare ai Tropici durante la gestazione? Ecco la risposta per chi vuole effettuare un viaggio.

valigia ospedale

Domanda: Posso andare ai Tropici?

Risposta

È inutile negare che quando ci si reca nelle regioni tropicali, e soprattutto in quei Paesi che hanno un tenore igienico inferiore al nostro, si corrono alcuni rischi per la salute. Se questo è vero per chiunque, lo è ancora di più per le donne che sono in attesa di un bebè. Rispetto agli altri viaggiatori, quindi, è ancora più indispensabile informarsi della qualità dell’assistenza sanitaria nei Paesi che si visiteranno, della presenza o meno di malattie che potrebbero avere un’incidenza negativa sulla salute del feto, del rischio di incorrere in incidenti, e naturalmente sulle misure di prevenzione che si possono adottare. Va, oltretutto, tenuto sempre ben presente che ci sono farmaci e vaccini sconsigliati in gravidanza. Il periodo di maggiore pericolo, per quanto riguarda il rischio di aborto, è fino alla 12a settimana di gravidanza, cioè il primo trimestre; dalla 30a settimana in poi, invece, il rischio nel quale si può più facilmente incorrere è quello di un parto prematuro, con tutte le difficoltà facilmente immaginabili di far nascere il bambino lontano da casa e magari in un Paese con un’assistenza sanitaria e un tenore igienico differenti da quelli a cui si è abituati.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimbo ostile allo svezzamento

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).   »

Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti