Le voglie in gravidanza, cosa sono?

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 27/11/2014 Aggiornato il 03/02/2015

Le voglie della mamma e i desideri del bambino potrebbero avere una connessione? Analizziamo insieme la risposta.

La psoriasi in gravidanza

Domanda: Che cosa sono le voglie?

Risposta

Secondo la tradizione popolare le voglie della futura mamma esprimono in realtà una richiesta di cibo del bimbo nel pancione. Questo perché si è sempre pensato che il desiderio della donna non fosse altro che la manifestazione di un’esigenza nutrizionale del feto: di conseguenza, le voglie dovevano essere sempre soddisfatte per assicurare al piccolo tutte le sostanze necessarie per la sua crescita. Di fatto, il desiderio di un cibo particolare, magari espresso in piena notte, non è legato ad alcuna necessità del bimbo. Le voglie sono, piuttosto, legate alla sfera psicologica: costituiscono cioè spesso solo un pretesto per sfogare la propria golosità senza provare troppi rimorsi o, in alternativa, possono esprimere una richiesta di attenzioni rivolta al compagno.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimbo ostile allo svezzamento

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).   »

Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti