Le voglie in gravidanza, cosa sono?

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 27/11/2014 Aggiornato il 03/02/2015

Le voglie della mamma e i desideri del bambino potrebbero avere una connessione? Analizziamo insieme la risposta.

La psoriasi in gravidanza

Domanda: Che cosa sono le voglie?

Risposta

Secondo la tradizione popolare le voglie della futura mamma esprimono in realtà una richiesta di cibo del bimbo nel pancione. Questo perché si è sempre pensato che il desiderio della donna non fosse altro che la manifestazione di un’esigenza nutrizionale del feto: di conseguenza, le voglie dovevano essere sempre soddisfatte per assicurare al piccolo tutte le sostanze necessarie per la sua crescita. Di fatto, il desiderio di un cibo particolare, magari espresso in piena notte, non è legato ad alcuna necessità del bimbo. Le voglie sono, piuttosto, legate alla sfera psicologica: costituiscono cioè spesso solo un pretesto per sfogare la propria golosità senza provare troppi rimorsi o, in alternativa, possono esprimere una richiesta di attenzioni rivolta al compagno.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccini tetravalente ed esavalente e possibili effetti indesiderati

06/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Qualsiasi vaccino dà luogo a effetti indesiderati che comunque sono molto meno gravi di quanto potrebbero essere le conseguenze della malattia contro cui vengono effettuati.  »

Bimbo che vuole mangiare solo pochi alimenti

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Occorre stare molto attenti a non trasformare l'ora dei pasti in un momento in cui il bambino tiene in pugno tutta la famiglia e il modo migliore per evitarlo, favorendo un rapporto sereno con il cibo, è mostrare indifferenza se rifiuta una cibo e zero esultanza se, invece, lo mangia.   »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti