Dalla pancia si capisce il sesso del bebè?

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 27/11/2014 Aggiornato il 03/02/2015

Rispondiamo al quesito sul rapporto tra la pancia e il sesso del bebè.

Dalla pancia si capisce il sesso del bebè?

Domanda: Dalla pancia si capisce il sesso del bebè?

Risposta

Capita spesso, in gravidanza, di sentire amici o parenti che azzardano pronostici sul sesso del nascituro in base alla forma della pancia: maschietto, se è a punta, femminuccia, se invece è arrotondata. In realtà, la forma del pancione non è legata in alcun modo al sesso del bambino, ma alla sua posizione in utero, al peso e allo stadio di crescita. Inoltre, la forma del pancione dipende anche dal tono dei muscoli addominali della futura mamma. Il sesso del piccolo, in genere, viene rivelato ai genitori attraverso l’ecografia (esame che utilizza gli ultrasuoni, particolari onde sonore) morfologica, eseguita tra la 19a e la 23a settimana di gestazione per valutare il corretto sviluppo del feto e l’aspetto dei suoi organi.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HCG

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mal di gola che ritorna dopo la cura con antibiotico

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

A fronte di un mal di gola che si ripresenta dopo quattro giorni dal termine della cura con antibiotico è opportuno fare un tampone per escludere la responsabilità dello streptococco.   »

PMA e perdite marrone dopo il transfer

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

In un terzo delle gravidanze iniziate grazie alla procreazione medicalmente assistita si manifestano perdite che però non hanno significato né valore prognostico.   »

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti