Agnese

Origine e significato del nome Agnese

L’origine e il significato

Questo nome risale etimologicamente al greco “agne” che significa “pura, casta”. Esso ha iniziato a diffondersi a partire dal IV secolo, per merito di una giovane martire. Molte furono le sante che si fregiarono di questo nome e, a partire dal 1800, perse la sua derivazione prettamente religiosa e, grazie alla letteratura romantica, divenne di moda. Tra tutte le “Agnese” famose, basta ricordare la madre di Lucia nei “Promessi Sposi” di Alessandro Manzoni o quella del “David Copperfield” di Dickens.

L’onomastico

L’onomastico si festeggia il 21 gennaio in memoria di una giovanissima vergine romana, martirizzata nel III secolo. Da ricordare che, insieme alle “Agnese” festeggiano l’onomastico anche le “Ines”, essendo questa la versione spagnola del nome.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Fontanella quasi chiusa a sei mesi: è un brutto segno?

La (quasi) chiusura della fontanella a sei mesi di età non è un segno allarmante, se lo sviluppo neurologico è normale e la crescita della circonferenza cranica regolare.   »

Tampone vaginale positivo allo streptococco al termine della gravidanza

Può accadere che in prossimità del parto il tampone vaginale rilevi la presenza dell'infezione. In questo caso, all'inizio del travaglio viene praticata la profilassi antibitica per evitare che il bambino venga contagiato al momento della nascita.   »

Influenza in gravidanza: è pericolosa?

Ci possono essere dei rischi, se l'influenza viene contratta nelle prime settimane di gravidanza, a causa della febbre. Nel secondo e nel terzo trimestre è improbabile che il bambino corra particolari pericoli. In generale, è sempre opportuno che una donna in attesa effettui la vaccinazione antiinfluenzale....  »

Fai la tua domanda agli specialisti