Camilla

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 23/01/2014 Aggiornato il 29/01/2015

Origine e significato del nome Camilla

Camilla
L’origine e il significato

L’origine di questo nome va fatta risalire al vocabolo mediorentale “Kadmìlos”, guaritore sacro. Per i latini diventò un soprannome, con il significato di “ragazzo o ragazza addetti a cerimonie religiose”. Tra i personaggi dell’antichità con questo nome, ricordiamo la vergine guerriera, figlia del re dei Volsci, che morì in battaglia agevolando, con il suo sacrificio, la conquista del Lazio da parte di Enea. Proprio per questo motivo Camilla è cantata da Virgilio nell’Eneide. In epoca contemporanea, sono da menzionare due “Camille” oggi scomparse: la giornalista e saggista Camilla Cederna, autrice di inchieste sul costume e sulla politica, e Camilla Ravera, esponente del partito comunista e per questo arrestata durante il fascismo, proclamata in seguito senatore a vita.

L’onomastico

L’onomastico di chi si chiama così cade il 14 luglio.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimbo ostile allo svezzamento

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).   »

Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti