Martina

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 23/01/2014 Aggiornato il 29/01/2015

Origine e significato del nome Martina

Martina

L’origine e il significato

L’origine di questo nome risale alla religione pagana: significa, infatti, “dedicata al dio Marte, di Marte”. La sua diffusione nel passato è legata al culto del patrono nazionale francese, vescovo di Tours, di cui si ricorda una famosa leggenda: un giorno di freddo particolarmente intenso donò la metà del suo mantello a un povero che non aveva quasi nulla e in quel momento la temperatura aumentò di vari gradi per dare modo a entrambi di non morire di freddo. Da allora, a metà novembre, si ha per alcuni giorni “l’estate di san Martino”. In Italia attualmente è uno dei nomi più scelti per le bambine; è portato, tra i personaggi famosi, dalle attrici Martina Stella e Martina Colombari.

L’onomastico

Chi si chiama così festeggia l’onomastico il 30 gennaio, in onore della santa vergine e martire a Roma.

Scopri tutti i nomi femminili per la tua bambina

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco amniocoriale: tanti dubbi dopo la diagnosi.

23/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il distacco tra le due strutture che costituiscono la placenta, il sacco amniotico e il sacco coriale ("guscio" della camera gestazionale), non coincide con il distacco della placenta, molto più grave.   »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti