Alfredo

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 23/01/2014 Aggiornato il 06/02/2015

Origine e significato del nome Alfredo

Alfredo

L’origine e il significato

Questo nome, di origine sassone, si presta a due possibili etimologie. Potrebbe essere formato dalle parole “aelf” (“spirito”) e “read” (“consiglio”) e significare quindi “consigliato dallo spirito”, quindi “saggio”; secondo un’altra interpretazione invece deriva da “all” (“tutto”) e “frith” (“pace”), il suo significato quindi diventa “tutto pace”, “molto pacifico”. Portò questo nome Alfredo I il Grande, re d’Inghilterra, guerriero e illuminato statista, noto anche per aver insegnato al suo popolo il valore della libertà; più recentemente ricordiamo Alfred Bernhard Nobel, inventore dell’omonimo premio.

L’onomastico

Si celebra il 14 agosto, in ricordo di un martire benedettino.

Scopri tutti i nomi maschili per il tuo bambino

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Contrazioni precoci: può accadere anche nella seconda gravidanza?

27/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Bisogna mettere in conto che l'accorciamento della cervice, determinato dalla comparsa, molto prima del tempo, di contrazioni uterine, è un'eventualità che può ripresentarsi a ogni successiva gravidanza.   »

Perché si parla di polipo “sospetto”?

17/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Attraverso l'ecografia si può solo "sospettare" la presenza di un polipo all'interno dell'utero, ma per avere la certezza occorre effettuare altre indagini.   »

Integrazione di vitamina D: fino a che età è consigliata?

16/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La decisione di continuare a somministrare al bambino la vitamina D anche dopo l'anno di vita va presa con l'aiuto del pediatra curante, che ben conosce i propri piccoli pazienti grazie ai controlli periodici.   »

Fai la tua domanda agli specialisti