Bernardo

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 23/01/2014 Aggiornato il 29/01/2015

Origine e significato del nome Bernardo

Bernardo

L’origine e il significato

È un nome di origine germanica composto dai vocaboli “bërö” = “orso” e “hardu” = “duro, valoroso, coraggioso”. Significa quindi “duro come un orso”, di conseguenza, per estensione, “molto coraggioso”. Nel passato, il Bernardo più famoso fu sicuramente il santo di Chiaravalle, padre della Chiesa, sostenitore della teologia scolastica (che metteva in primo piano la preghiera e la contemplazione) e fondatore della famosissima abbazia omonima nei pressi di Milano, in una zona all’epoca malsana e acquitrinosa. Si ricorda, inoltre, il pittore del ’500 Bernardo Luini, il commediografo inglese Shaw (1856-1950) e, in epoca contemporanea, il regista Bernardo Bertolucci.

L’onomastico

L’onomastico cade il giorno 20 agosto, in memoria del santo sopra ricordato.

Scopri tutti i nomi maschili per il tuo bambino

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Voglio un figlio (a 44 anni) ma ho paura che non sia sano: che fare?

27/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La scelta di avere un figlio in età avanzata è personalissima: nessuno specialista può dare consigli al riguardo, solo indicare i rischi a cui si potrebbe andare incontro, in modo da permettere di decidere con consapevolezza.  »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti