Biagio

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 23/01/2014 Aggiornato il 06/02/2015

Origine e significato del nome Biagio

Biagio
L’origine e il significato

Il nome latino “blasius” deriva da “blaesus”, ripreso dal greco “blaisos”, che significa “storto, dalle gambe storte”. In realtà, il termine latino venne utilizzato nel senso di “balbuziente”. In origine, quindi, il nome fu usato molto probabilmente come soprannome, per indicare una persona con un difetto nella pronuncia. Diffuso in tutta Italia, in particolar modo al Sud, è presente anche nelle forme Biasio, Biase, Biagia e Biagina. Deve la sua fortuna al culto di san Biagio vescovo, martire in Armenia nel IV secolo. La leggenda narra che Biagio salvò un fanciullo a cui si era conficcata una spina di pesce in gola e, per questo, divenne protettore della gola.

L’onomastico

Chi porta questo nome festeggia l’onomastico il 3 febbraio, giorno dedicato dalla Chiesa a san Biagio.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Prevenire tosse e raffreddore si può?
21/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

Nei primi anni di vita le infezioni respiratorie, come tosse e raffreddore, sono lo scotto da pagare alla socializzazione.   »

Vaccino antivaricella: va fatto agli altri bimbi se c’è in casa un piccolissimo
14/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

I bambini che frequentano l'asilo dovrebbero essere vaccinati (anche) contro la varicella, per scongiurare il rischio di ammalarsi e contagiare un fratellino nato da poco.   »

Fattore Rh negativo: l’immunoprofilassi anti-D va fatta in gravidanza?
11/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' più che opportuno che le donne con fattore Rh negativo che aspettano un bambino eseguano l'immunoprofilassi specifica già durante la gravidanza. L'iniezione (intramuscolare) dovrebbe essere effettuata da personale sanitario.  »

Fai la tua domanda agli specialisti