Depilazione prima del parto: è sempre necessaria?

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 20/06/2013 Aggiornato il 20/06/2013

La depilazione prima del parto e il clistere sono pratiche indispensabili in caso di parto cesareo ma non sempre prima di un parto naturale. Ecco perché

Depilazione prima del parto: è sempre necessaria?

 

Un tempo queste pratiche venivano effettuate di routine. Oggi non più. La depilazione prima del parto, chiamata in termini medici tricotomia, e il clistere sono interventi ormai quasi in disuso, soprattutto per un parto naturale. 

In caso di parto cesareo

Sia la depilazione sia il clistere sono sempre necessari in caso di parto cesareo. La depilazione prima del parto evita la possibilità di infezioni dovute ai germi che possono annidarsi tra i peli. Il clistere aiuta l’intestino a una più rapida ripresa dopo l’operazione del parto cesareo.

In caso di parto naturale

Nel corso di un parto naturale, invece, in genere queste operazioni sono superflue, soprattutto se l’intestino della donna è libero e non è necessaria l’episiotomia (il taglietto tra l’ano e la vagina che facilita l’espulsione del feto). Alcuni medici, tuttavia, sono ancora oggi favorevoli al clistere per essere certi che il canale da parto (l’insieme delle strutture che il feto attraversa per nascere) sia sgombro. L’ultima parte dell’intestino, infatti, si trova a contatto con il canale vaginale e, se il primo non è libero, potrebbe ostacolare il passaggio del bambino.

In breve

SI POSSONO FARE A CASA

Se ci si è scaricate nelle ultime 12-24 ore dall’avvio del travaglio, sarebbe meglio liberare l’intestino. Se lo si preferisce, si può eseguire un clistere a casa, prima di andare in ospedale, così da non avere problemi. Anche la depilazione del pube può essere fatta a casa, così in caso di parto cesareo non è necessario che la eseguano le infermiere. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Positiva allo streptococco a qualche settimana dal parto

19/04/2021 Bambino di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui il tampone rivelasse una positività allo streptococco, al momento del parto viene effettuata una profilassi antibiotica per evitare che il bambino venga contagiato dal batterio durante il passaggio all'esterno.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti