Le posizioni per sentire meno i dolori del travaglio

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 29/05/2013 Aggiornato il 29/05/2013

Le posizioni che la partoriente può assumere per attenuare i dolori del travaglio sono diverse a seconda della fase che sta attraversando

Le posizioni per sentire meno i dolori del travaglio

All’inizio del periodo attivo

La donna può stare in piedi e camminare, favorendo anche la discesa del bambino verso il collo (la parte inferiore) dell’utero. Può appoggiarsi al partner o a un’altra persona, a una parete, oppure piegarsi in avanti per evitare che il piccolo continui a pesare sulla colonna vertebrale. Se, invece, riesce ad affrontare meglio i dolori del travaglio stando seduta, è bene che tenga le gambe divaricate.

Man mano che aumentano le doglie

La futura mamma starà meglio e avvertirà meno i dolori del travaglio in questa fase del parto stando seduta, in ginocchio oppure distesa. Per alleviare il mal di schiena è preferibile mettersi carponi con le gambe leggermente divaricate.

Durante le contrazioni

Per attenuare i dolori lombari (alla parte bassa della schiena) durante il travaglio può essere utile dondolare il bacino in avanti, avendo l’accortezza di mantenere la schiena dritta.

In breve

MOLTO DIPENDE DAGLI OSPEDALI

Oggi molte strutture ospedaliere consentono alle donne in procinto di partorire di muoversi liberamente, proprio per alleviare i dolori del travaglio e del parto. Anche perché la “classica” posizione supina è quella meno naturale… È importante, però, informarsi bene prima.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HCG

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo nato prematuro con broncodisplasia severa: quando potrà fare a meno dell’ossigeno?

19/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Non è quasi mai possibile prevedere quando un piccolissimo con un severo problema all'apparato respiratorio potrà rinunciare al supporto dell'ossigeno.   »

Sertralina in gravidanza: meglio diminuire la dose giornaliera?

14/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In genere il dosaggio medio indicato per la sertralina è tra i 50 e i 150 mg al giorno: se si sta già assumendo una quantità minima rispetto alla posologia può non essere opportuno ridurre ulteriormente la dose, specialmente di propria iniziativa.   »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti