Nascere in estate rende i bimbi più alti e forti

Metella Ronconi A cura di Metella Ronconi Pubblicato il 13/08/2019 Aggiornato il 16/08/2019

Concepire in autunno-inverno per far nascere in estate il proprio bambino sembra regalargli più chance in termini di salute. Ecco perché

Nascere in estate rende i bimbi più alti e forti

Più sani e più forti. Così sembrano essere i bambini che nascono in estate rispetto a chi viene alla luce in un’altra stagione. È quanto ipotizza uno studio pubblicato di recente sulla rivista medica Heliyon da ricercatori della Scuola di Medicina Clinica dell’Università di Cambridge, secondo cui nascere in estate rende i bambini più alti e protegge la salute delle donne.

La stagione di nascita è importante 

Durante la ricerca, gli autori hanno esaminato le cartelle cliniche di 452.399 cittadini britannici e irlandesi. Lo scopo era capire se nascere in un determinato periodo dell’anno piuttosto che in un altro potesse avere ripercussioni sul piano psicofisico. Dall’analisi è emerso che le persone nate in giugno, luglio e agosto avevano quasi sempre un peso più elevato alla nascita e un’altezza maggiore da adulti rispetto a quelle nate negli altri mesi. In particolare, avevano il 10% di possibilità in meno di avere una statura inferiore alla media. Al contrario, i bimbi venuti alla luce tra dicembre e febbraio erano più magri alla nascita e, in media, risultavano più bassi di 3 millimetri rispetto ai nati in giugno. Con la ricerca è stato evidenziata anche una correlazione tra il fatto di nascere in estate e la salute delle donne. Venire alla luce nei mesi estivi, infatti, ritarda lo sviluppo puberale e protegge le bambine dal rischio di cancro al seno, diabete e malattie cardiovascolari.

Il merito è del sole

Gli esperti ritengono che gli effetti benefici evidenziati dallo studio siano merito del sole: le donne che portano avanti la gravidanza durante i mesi primaverili ed estivi producono più vitamina D, una sostanza indispensabile a molte funzioni che viene sintetizzata soprattutto in seguito all’esposizione solare. La vitamina D rafforza le ossa e favorisce la crescita in altezza del nascituro.

 

 

 
 
 

Lo sapevi che?

Secondo uno studio della Columbia University Medical Center, i bambini nati a ottobre avrebbero la salute più fragile di tutto il calendario, con una marcata tendenza a disturbi come la sindrome da deficit di attenzione e iperattività.

 

Fonti / Bibliografia

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Positiva allo streptococco a qualche settimana dal parto

19/04/2021 Bambino di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui il tampone rivelasse una positività allo streptococco, al momento del parto viene effettuata una profilassi antibiotica per evitare che il bambino venga contagiato dal batterio durante il passaggio all'esterno.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti