Prepararsi al parto con lo yoga

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 26/07/2013 Aggiornato il 26/07/2013

Arrivare in forma e allenate al momento del parto è molto importante. Lo yoga può rappresentare un valido aiuto in questo senso. Ecco gli esercizi più utili

Prepararsi al parto con lo yoga

Lo yoga è un’attività molto benefica per tutti, a maggior ragione per le donne in attesa. Infatti, è una ginnastica dolce perfetta per allenarsi in vista del parto. Da un lato aiuta a contrastare i disturbi tipici del terzo trimestre, dall’altro prepara la mamma al travaglio.

Per rafforzare il perineo

Ecco un esercizio di yoga utile per combattere mal di schiena e rigidità muscolari e al tempo stesso rafforzare il pavimento pelvico, fondamentale al momento del parto. Mettersi in ginocchio, con i glutei appoggiati ai talloni, la schiena e il collo ben dritti, le braccia sciolte e le mani in grembo, l’una sopra l’altra con i palmi rivolti verso l’alto. Inspirare, gonfiando il torace e alzare i glutei, in modo che siano in linea con la colonna vertebrale e il collo. Dopodiché, espirare e tornare alla posizione iniziale. Ripetere l’esercizio seguendo il ritmo naturale della respirazione per un periodo variabile dai 30 ai 60 secondi.

Per rilassarsi

Per rinvigorire corpo e mente, liberarsi della fatica e rilassarsi, invece, eseguire questo semplice esercizio di yoga. Sdraiate sulla schiena, con le braccia lungo i fianchi e i palmi delle mani rivolti all’insù, allungare bene le gambe e rilassarle. Poi passare in rassegna la testa, il collo, le spalle, le anche, rilassandosi completamente. Chiudere gli occhi, respirare liberamente e riposare per almeno un minuto.

Per tonificare l’addome

Le donne in vista del parto possono ricorrere allo yoga anche per tonificare la zona addominale e la colonna vertebrale e per liberarsi delle tensioni e della paura del parto. Ecco l’esercizio giusto. In piedi, con le braccia distese lungo i fianchi, il capo rilassato e dritto, inspirare e distendere le braccia sopra la testa. Espirare e piegare il busto in avanti, distendendo per bene la colonna vertebrale e poggiando le mani sul pavimento. Le ginocchia possono essere diritte oppure piegate. Mantenere la posizione per un minuto espirando e inspirando liberamente. Dopodiché inspirando, alzare il busto e le braccia. Espirando,portare le braccia lungo i fianchi.

In breve

AUMENTA LA CONCENTRAZIONE

Lo yoga richiede concentrazione, coordinazione, reattività, attenzione. Quando entrerà in sala parto, dunque, la futura mamma che pratica questa disciplina sarà più reattiva e determinata.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Reazioni cutanee dopo una puntura di insetto

19/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

A volte a scatenare reazioni sulla pelle può essere anche l'applicazione dell'antistaminico in crema.  »

Gravidanza e scomparsa improvvisa dei sintomi

19/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è automatico che la scomparsa dei sintomi tipici della gravidanza sia brutto segno.   »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti