Un nuovo ambulatorio per il parto al Fatebenefratelli Isola Tiberina

Roberta Raviolo A cura di Roberta Raviolo Pubblicato il 18/08/2021 Aggiornato il 18/08/2021

È attivo l’ambulatorio per il parto all’ospedale Fatabenefratelli dell’Isola Tiberina, a Roma, tutto dedicato alle future mamme e ai bebè

Un nuovo ambulatorio per il parto al Fatebenefratelli Isola Tiberina

Da sempre il Fatebenefratelli dell’Isola Tiberina di Roma è l’ospedale scelto da tante donne permettere al mondo i loro bambini. È, infatti,  un importante punto di riferimento per la salute in Lazio e non solo, con circa 3.500 parti all’anno, dedicando a mamma e neonato un’attenzione a 360 gradi, dal concepimento al post-parto, ponendo sempre la persona e i suoi bisogni al centro della cura. Oggi, questa cura speciale cresce con il nuovo ambulatorio per il parto.

Un servizio gratuito tutti i lunedì

Si tratta di un servizio che il Fatebenefratelli Isola Tiberina  ha attivato di recente. Si tratta di un centro a disposizione delle mamme in attesa, arrivate alla 35a settimana di gestazione e non seguite presso l’ospedale, per una visita ginecologica e per informarle del servizio di assistenza proposto dall’ospedale nell’ultimo periodo della gravidanza.
L’ambulatorio per il parto è attivo tutti i lunedì e si propone come spazio privilegiato per la donna, che alla fine del percorso di gravidanza potrà incontrare i ginecologi dell’ospedale e ricevere un’accoglienza “su misura” finalizzata all’accompagnamento al parto. Per accedervi, è necessario avere con sé l’impegnativa del medico e prenotare la propria visita al Cup al numero 06.68.13.69.11.

Come avviene la visita

Nel corso della visita il ginecologo effettua un’accurata anamnesi della futura mamma e segna i dati in una cartella clinica che poi verrà utilizzata in sala parto. Inoltre controlla gli esami già effettuati in gravidanza, valuta la necessità di eventuali ulteriori analisi o ecografie e stabilisce con la donna il tipo di parto più idoneo per lei.
A questo punto, si decide la data di inizio del monitoraggio o, in alternativa, viene fissato il giorno per l’induzione al parto o per l’intervento con il cesareo. Si tratta insomma di un sistema semplice e diretto, proprio per questo innovativo, per far conoscere alle gestanti la routine di assistenza del centro a fine gravidanza e avere una conoscenza completa, dal punto di vista medico, della mamma in vista del parto.

È permesso un accompagnatore

Un’altra peculiarità dell’ambulatorio per il parto del Fatebenefratelli Isola Tiberina è il fatto che si restituisce importanza alla dimensione condivisa della gravidanza e del parto, purtroppo spesso interrotta in epoca di Covid-19 per ragioni di sicurezza. Infatti, è consentito l’accesso di un accompagnatore (solitamente il partner, ma può essere anche la mamma, un’amica o chi si desidera) per assistere alle ecografie in gravidanza. È necessario che l’accompagnatore presenti alla portineria dell’ospedale un tampone con esito negativo eseguito non oltre le 72 ore precedenti.

 

 

 

 
 
 

Loi sapevi che?

Dalla 35a settimana di gravidanza è importante non sottovalutare eventuali segnali di un parto imminente, perché il bambino è quali pronto a venire al mondo. In questa fase è opportuno avere a portata di mano il numero di telefono del proprio ginecologo.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Fontanella anteriore chiusa in una bimba di 4 mesi: è preoccupante?

20/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se l'accrescimento della circonferenza cranica è regolare e se lo sviluppo neuropsicologico è adeguato all'età, la chiusura precoce della fontanella non deve destare alcuna preoccupazione.   »

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Quarto cesareo: ci saranno problemi?

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo è sempre un intervento difficile per i medici, perché è possibile che i precedenti abbiano lasciato aderenze tra i tessuti uterini e gli organi circostanti, ma questo non significa che non possa andare comunque tutto per il meglio.  »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti