Quanto costa fare un figlio in Italia?

Metella Ronconi A cura di Metella Ronconi Pubblicato il 23/07/2020 Aggiornato il 23/07/2020

Le spese per un bambino, già dal primo anno di vita, sono molto elevate, soprattutto se paragonate ad altri stati. Sembra che in Italia occorra spendere quasi tre stipendi medi per un kit base tra gravidanza e primo anno di vita. Ecco i dettagli

Quanto costa fare un figlio in Italia?

L’arrivo di un bambino aumenta notevolmente le spese di una famiglia, al di la di quanto costa fare un figlio. Oltre ai costi quotidiani e ciclici di cibo, vestiti e pannolini, ci sono da mettere in conto anche grandi acquisti come lettino, fasciatoio, passeggino e molto altro. Un’analisi di mercato del sito Picodi.com  ha fatto un calcolo preciso delle spese che comporta la nascita di un bambino: dall’abbigliamento per la madre durante la gravidanza, alla borsa per l’ospedale, fino all’arredamento per la casa e il mantenimento del bambino nel primo anno di vita.

Le spese necessarie

La lista dei costi è stata suddivisa in 7 aree tematiche a loro volta suddivise in due tipi di kit: quello base che comprende le spese assolutamente necessarie e quello esteso che aggiunge anche gadget o accessori utili, ma non essenziali.

Ad esempio, il costo del set base di abiti nuovi per il periodo della gravidanza è di circa 230 euro; a questi si possono aggiungere uno speciale cuscino per il sonno, un rilevatore di frequenza cardiaca fetale e una bilancia intelligente, raggiungendo la cifra di 381 euro.

Preparare l’appartamento per il nuovo membro della famiglia richiede spese abbastanza elevate. Una culla con materasso e piumone, fasciatoio, seggiolone, vaschetta per il bagno, bottiglie, ciucci, accessori per la cura del neonato: un totale di circa 700 euro. Se si aggiungono altalena elettrica, scaldabiberon e altri accessori, il costo può lievitare anche fino 1.237 euro.

Un’altra voce costosa è quella relativa al trasporto del bebè. Una carrozzina 2 in 1 di classe media e un seggiolino per auto con la funzione di un marsupio costano circa 440 euro. Per l’abbigliamento del neonato, ci si può contenere in 554 euro, ma cedendo alla tentazione dei vestitini “tanto carini” si può arrivare a spenderne 831.

Il costo finale

Secondo il risultato finale dell’indagine, in totale il costo degli acquisti necessari relativi alla gravidanza e al primo anno di vita del bambino va da un minimo di 3.506 euro, per arrivare anche a 5.874 euro.

Considerando nel nostro Paese 1.364 euro come stipendio medio (analisi JP Salary Outlook di JobPricing), ciò significa che, per acquistare tutti i prodotti necessari, prendendo in considerazione il kit di base, bisogna assegnare a queste spese 2,6 stipendi medi mensili completamente dedicati. Ecco stabilito quanto costa fare un figlio in Italia.

Italia a metà classifica

Se si paragona la situazione italiana a quella di altri stati europei o mondiali, confrontando con i prezzi locali, si vede come il nostro Paese si collochi a metà classifica. Se negli Stati Uniti basta un solo stipendio per acquistare un kit base e in Germania 1,2 stipendi medi, sono circa come l’Italia la Polonia (2,8 stipendi), la Repubblica ceca (2,9) e la Slovacchia (3,0). Nei paesi come Ucraina e Bielorussia, fanalini di coda di questa particolare classifica, invece, prodotti analoghi valgono rispettivamente 8 e 9 salari netti medi.

 

 
 
 

Da sapere

2,6 figli per donna nel mondo

Da un rapporto del giugno 2019 delle Nazioni Unite nel mondo ci sono in media 2,5 bambini per donna. Un altro rapporto ha rivelato che, pur se il ritmo della crescita della popolazione ha iniziato a diminuire a partire dagli anni ’90, ogni anno nascono circa 140 milioni di bambini.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino anti-CoVid-19: non è vero che ostacola la fertilità. Anzi.

21/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Non ci sono dati che autorizzino a sostenere che la vaccinazione contro l'infezione da Sars-CoV-2 interferisca sulla fertilità.   »

Fontanella anteriore chiusa in una bimba di 4 mesi: è preoccupante?

20/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se l'accrescimento della circonferenza cranica è regolare e se lo sviluppo neuropsicologico è adeguato all'età, la chiusura precoce della fontanella non deve destare alcuna preoccupazione.   »

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti