Diabete di tipo 1: insulina salvavita anche in gravidanza

Stefania Lupi
A cura di Stefania Lupi
Pubblicato il 20/03/2018 Aggiornato il 07/08/2018

L’unica terapia efficace per il diabete di tipo 1 è l’insulina. Per non rischiare la vita non va mai sospesa nemmeno quando si aspetta un bebè

Diabete di tipo 1: insulina salvavita anche in gravidanza

Il diabete di tipo 1 non si cura tavola. La dieta serve, ma non basta. È indispensabile l’insulina, che va assunta per tutta la vita,  anche quando la donna aspetta un bambino.

Tutti d’accordo

È questo l’appello lanciato dalle società scientifiche (Società italiana di diabetologia, Associazione dei medici diabetologi e Società italiana di endocrinologia pediatrica) e dalle associazioni dei pazienti con diabete (Associazione italiana diabetici, Associazione giovani diabetici, Diabete forum, Associazione nazionale italiana atleti diabetici) contro una serie di notizie false che stanno circolando in Rete. La futura mamma, dunque, non deve abbassare la guardia e seguire scrupolosamente le prescrizioni del medico riguardanti l’assunzione di insulina.

Un ormone prodotto dal pancreas

L’insulina è un ormone prodotto dalle cellule Beta del pancreas, ed è indispensabile affinché l’organismo possa utilizzare gli zuccheri. Nelle persone affette da diabete di tipo 1 si verifica una anomala produzione di autoanticorpi (che distruggono tessuti e organi propri non riconoscendoli come appartenenti al corpo ma come organi esterni), che attaccano le cellule Beta incaricate di produrre l’insulina.

Gravidanza possibile, ma…

La donna può diventare mamma anche se soffre di diabete di tipo 1. Tuttavia, il concepimento e le primissime settimane di gestazione devono avvenire  in una fase di perfetto controllo glicemico. Proprio per questo è consigliabile pianificare il concepimento e parlarne per tempo con il diabetologo, il quale effettuerà uno screening delle eventuali complicanze e imposterà una terapia personalizzata.

 

 

 
 
 

Da sapere!

Il monitoraggio continuo del glucosio può essere utile in gravidanza, sia di giorno sia di notte.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Bimbo ostile allo svezzamento

Quando un bambino rifiuta con ostinazione le prime pappe e qualsiasi altro alimento diverso dal latte, occorre giocare d'astuzia (armandosi di infinta pazienza).   »

Bimba che di notte si sveglia spesso

I disturbi del sonno possono essere ben controllati con la pratica del co-sleepeeng, che consiste nel far dormire il bambino "accanto ai genitori", ma non nello stesso letto.   »

In che settimana di gravidanza si vede l’embrione con l’ecografia?

In genere l'ecografia permette di vedere il bambino (e il suo cuoricino che batte) a partire dalla sesta settimana di gravidanza.   »

Si ammala spesso: è normale che accada?

Febbre, tosse, raffreddore frequenti sono lo scotto che i bambini pagano alla socializzazione. Non sono preoccupanti: alla fine, nonostante questo, crescono tutti forti e sani. L'unica condizione che deve preoccupare davvero perché espone a pericoli è l'obesità: il resto passa senza conseguenze.   »

Fai la tua domanda agli specialisti